QR code per la pagina originale

Apple disabilita FaceTime di gruppo

Apple ha momentaneamente disattivato la funzione chat di gruppo di FaceTime, per risolvere una grave problematica relativa alla privacy.

,

Apple ha disabilitato momentaneamente le chat di gruppo su FaceTime, a seguito di un problema di sicurezza emerso negli scorsi giorni. È quanto ha reso noto Mark Gurman, giornalista sempre molto affidabile sul conto della mela morsicata, e poi confermato dalla stessa società di Cupertino nella pagina ufficiale dedicata allo status dei suoi servizi. Al momento, non è dato sapere quando la funzionalità verrà ripristinata su iOS e macOS.

Così come riferisce The Verge, pochi giorni fa è stato scoperto un bug nelle chiamate di gruppo di FaceTime. Il malfunzionamento sfrutta una falla nell’inserimento di nuove persone all’interno della conversazione: se qualcuno viene aggiunto prima che uno dei mittenti abbia risposto alla chiamata, in alcuni casi il sistema potrebbe comunque cominciare a trasmettere l’audio. Un problema soprattutto in termini di privacy, con la possibilità che conversazioni private vengano ascoltate da malintenzionati, senza che l’utente ne sia consapevole.

Per provvedere alla risoluzione della problematica, ed evitare conseguenze spiacevoli, dalle 4 di questa mattina il gruppo di Cupertino ha disabilitato le chiamate di gruppo su FaceTime. Sempre come riferisce The Verge, Apple starebbe lavorando alla risoluzione sia lato server che sui suoi sistemi operativi, forse con un aggiornamento intermedio di iOS e macOS.

Sul bug di FaceTime nelle ultime ore è intervenuto anche Andrew Cuomo, governatore di New York, con parole dure nei confronti di Cupertino:

Il bug di FaceTime rappresenta un grave violazione della privacy, che mette a rischio i newyorkesi. Alla luce di questo bug, consiglio ai newyorkesi di disabilitare FaceTime finché una soluzione non sarà disponibile: chiedo ad Apple di rilasciare un fix senza ritardi alcuni.

Un consiglio evidentemente tenuto in considerazione dalla società di Apple Park, già al lavoro su una risoluzione definitiva della problematica.