QR code per la pagina originale

Instagram, messaggi Direct accessibili via web

Instagram sta lavorando a un nuovo prototipo di messaggi Direct fruibili anche sul web.

,

Instagram sta testando la funzionalità dei messaggi Direct della piattaforma anche su una versione web, quindi utilizzabile da desktop. Lo ha scoperto l’ingegnere software Jane Manchun Wong, che spesso anticipa le mosse del social network preferito dai giovani. Come sempre ha twittato anche una schermata della nuova funzionalità.

I messaggi Direct di Instagram quindi potrebbero in un futuro ancora non precisato essere accessibili anche via browser. Questo chiaramente perché sulla piattaforma aumentano di giorno in giorno le interazioni, ha quindi senso rendere i Direct disponibili al di fuori dell’app, via web.

Attualmente l’esperienza desktop su Instagram è abbastanza minimale, una versione dell’app che in sostanza mostra poco più del feed. Non c’è ancora un metodo per fare l’upload di una foto su desktop e le funzioni vengono aggiunte con molta lentezza. Le notifiche via browser sono state introdotte solo lo scorso settembre.

Alcune funzionalità molto di moda, come ad esempio le Storie, esistono solo nella versione mobile, su app. Instagram nel frattempo ha detto che “non ci sono piani per permettere agli utenti di caricare foto e Storie dal desktop“. Il fatto che però i Direct possano arrivare sul web potrebbe rappresentare un grosso passo avanti rispetto alla precedente concezione di Instagram come app pensata solo per il mobile.

Ci sono diverse ragioni per cui un passaggio anche al web potrebbe accadere a breve. Instagram ha creato un’applicazione di messaggistica autonoma chiamata Direct, che ha iniziato a testare in sei paesi nel 2017. Il passaggio al desktop potrebbe essere un segnale che la messaggistica ha assunto un’importanza sempre maggiore per il team del social. La mossa potrebbe anche avere qualcosa a che fare con i piani di Facebook di unificare Messenger, WhatsApp e i messaggi Direct di Instagram in un’unica piattaforma. Per ora questa funzione  sarebbe in fase di test interno e non pubblico.

Fonte: Mashable • Immagine: alexsl via iStock