QR code per la pagina originale

Fujitsu Italia e TIM per l’innovazione delle reti

Fujitsu Italia e TIM hanno stretto un accordo per condividere le rispettive competenze su Quantum-inspired Computing, 5G e Blockchain.

,

Fujitsu Italia e TIM hanno annunciato di aver siglato un importante Protocollo d’Intesa con l’obiettivo di instaurare un “think table” congiunto, con al centro l’innovazione delle reti e lo sviluppo di servizi a valore aggiunto, sfruttando pienamente le funzionalità del 5G e di tecnologie quali Blockchain e Quantum-inspired Computing.

Fine ultimo di questa partnership è quello di avviare un nuovo sodalizio tecnologico, che permetta di esplorare soluzioni di networking di ultima generazione basate su tecnologie emergenti quali il 5G, su cui TIM ha già introdotto diverse soluzioni applicative, il Quantum-inspired Computing, segmento in cui Fujitsu offre la soluzione Digital Annealer, e la Blockchain, per ideare soluzioni volte a potenziare l’efficienza dell’attuale infrastruttura di TIM. In questo contesto, con un approccio di “co-creation”, filosofia che accomuna entrambe le aziende, Fujitsu e TIM lavoreranno fianco a fianco per sfruttare al massimo le potenzialità offerte dalle reti 5G e accelerare la trasformazione digitale in settori strategici come automotive, utilities, finanza e manifattura.

Le due società, parallelamente, esploreranno modalità innovative per fornire l’abilitazione alle reti 5G, la connettività dell’Internet delle Cose e la prevenzione delle frodi, attraverso l’utilizzo della tecnologia Blockchain.

Massimiliano Ferrini, Head of Product Business di Fujitsu Italia, ha commentato così questo importante accordo:

Siamo orgogliosi di poter vantare una così lunga collaborazione con una società prestigiosa come TIM. Questo nuovo progetto di ‘co-creation’, che può anche essere visto come una sorta di laboratorio di ricerca e sviluppo congiunto, ci permetterà di raggiungere nuovi livelli di innovazione in ambito networking, grazie al 5G, al Blockchain e al Quantum-inspired Computing di Fujitsu, che fa leva sulla soluzione Digital Annealer, in grado di elaborare scenari complessi con maggiore accuratezza – rilasciando risultati di ordini di magnitudine superiori alla generazione di Moore – rispetto ai computer tradizionali di oggi. Si tratta di tecnologie emergenti, destinate a cambiare le dinamiche di molti settori di business nei prossimi anni.

Soddisfazione anche da parte di Lucy Lombardi, Responsabile Digital and Ecosystem Innovation di TIM, che al riguardo ha aggiunto:

Il potenziale di applicazione di queste tecnologie emergenti, che garantiranno sempre maggiore valore ai nostri clienti in termini di qualità dell’infrastruttura di rete, è enorme. Il 5G rappresenta un’innovazione senza precedenti rispetto alle reti tradizionali e offre l’opportunità di sviluppare nuovi servizi digitali che sfruttano appieno le nuove infrastrutture. Al fine di indirizzare tali opportunità è fondamentale il consolidamento di un ecosistema con player distintivi quali Fujitsu, che contribuiscano con le loro eccellenze all’innovazione nelle infrastrutture e servizi.