QR code per la pagina originale

Super Mario Bros, copia venduta a 100 mila dollari

100 mila dollari è la cifra record spesa per l'acquisto di una copia di Super Mario Bros per NES in edizione limitata.

,

Ci credereste mai che un videogioco può arrivare a valere 100 mila dollari? È la cifra record spesa ieri, 14 febbraio, per l’acquisto di una copia di Super Mario Bros per NES.

Una cifra davvero monstre quella spesa ieri, che supera il precedente record – sempre detenuto da Super Mario Bros. – per una copia acquistata nel 2017 a 30 mila dollari. Il valore superiore di questa cartuccia è giustificato dalla presenza di un bollino unico, come si può vedere nell’immagine in evidenza a inizio articolo.

Il bollino rappresenta il fatto che questa copia di Super Mario Bros. era in edizione limitata ed è stata venduta per un breve periodo di tempo durante il quale la console che lo faceva girare, lo storico NES, non era ancora in vendita negli Stati Uniti d’America.

La copia in questione era disponibile solamente in grandi città come New York tra il 1985 e il 1986, per questo motivo oggi – oltre 30 anni dalla sua commercializzazione – è particolarmente rara. Inoltre va sottolineato che in quel periodo con NES venivano venduti altri giochi in bundle come Duck Hunt e Gyromite.

Ad aggiudicarsi all’asta il gioco, una vera e propria “reliquia” per collezionisti, sono tre persone: Jim Halperin, fondatore e co-presidente di Heritage Auction, il collezionista Rich Lecce e il proprietario di Just Press Play Video Games Zac Gieg.

100 mila dollari sono però arrivati dopo diversi anni durante i quali il proprietario ha visto arrivare “solo” offerte a cinque cifre, anche oltre i 50 mila dollari. Nessuna però è stata accettata: il proprietario avrebbe ceduto il suo “gioiellino” – in perfette condizioni – a non meno di un’offerta a sei cifre. Proprio quella giunta ieri dal trio di collezionisti.

Super Mario Bros., rilasciato nel 1985 in Giappone e solo due anni dopo da noi, è il primo titolo della popolare serie di videogiochi ed è riuscito a vendere nel mondo oltre 40 milioni di copie.