QR code per la pagina originale

Pokémon GO, Photo Mode disponibile su Android

Gli sviluppatori di Pokémon GO hanno lanciato la Photo Mode e adesso i giocatori possono immortalare i propri mostriciattoli in ogni momento.

,

Fino a questo momento, i giocatori di Pokémon GO hanno avuto la possibilità di fotografare soltanto i mostriciattoli tascabili selvatici che incontravano, ma ora ci sono interessanti novità per coloro che amano immortalare un momento con uno scatto: Niantic ha infatti annunciato che Foto GO (la Photo Mode in pratica), un’estensione logica della funzionalità AR+, è finalmente disponibile per dispositivi Android (in un secondo momento giungerà anche su iOS) e permette di fare foto anche alle proprie creature, in ogni momento.

È bene precisare che per poter accedere alla modalità è necessario essere un Allenatore di livello 5 o superiore, in caso contrario bisognerà rimboccarsi le maniche e girovagare alla ricerca di pokémon al fine di stabilire il livello. I giocatori potranno sbizzarrirsi nei propri scatti, posizionando il mostriciattolo scelto nell’inquadratura tramite il lancio della sfera; poi, sfiorandolo, potranno attirare la sua attenzione per fargli volgere lo sguardo da qualche parte. Così, sullo sfondo potrà esserci la propria camera da letto, il proprio giardino o il bar dietro l’angolo, sarà l’utente a scegliere la location ideale; inoltre si potrà far posare il pokémon in modo tale che possa interagire con gli oggetti della vita reale.

Al momento non è chiaro quando la funzionalità si estenderà ai dispositivi iOS, lo sviluppatore ha detto soltanto di “rimanere sintonizzati”. Nei giorni scorsi si è diffusa la notizia secondo cui Niantic dovrà probabilmente rimuovere alcuni Pokéstop e Palestre negli Stati Uniti: diversi residenti hanno infatti presentato una causa contro il team, in quanto alcuni giocatori hanno sconfinato nelle loro proprietà per acchiappare i mostriciattoli virtuali. Tra l’altro, lo sviluppatore dovrà inviare agli utenti dei messaggi per ricordargli di rispettare l’ambiente circostante durante i Raid affollati.