QR code per la pagina originale

Apple: le mail per Tim Cook vengono tutte lette

Tutte le mail dei clienti indirizzate a Tim Cook vengono lette da Apple: sarebbero molto importanti, infatti, per ottenere un feedback sui prodotti.

,

Tutte le mail indirizzate dai clienti a Tim Cook vengono lette dal gruppo di Cupertino e, quando non troppo impegnato, il CEO risponde personalmente agli utenti o li raggiunge al telefono. È quanto conferma Julz Arny, impegnata in Apple su diversi progetti per il monitoraggio del fitness, nel corso di un evento organizzato in un Apple Store di San Francisco in occasione dell’American Heart Month.

È capitato di frequente che online venissero pubblicate delle mail di Tim Cook, in risposta ad alcuni clienti sulle più svariate questioni. Famosa, ad esempio, è la risposta che lo scorso anno il CEO ha inoltrato a un utente, confermando l’interesse di Apple per lo sviluppo di versioni sempre più avanzate di Mac Mini. Fino a oggi, si è dato per scontato che queste comunicazioni venissero scelte in modo abbastanza casuale, più che fortuna che per altre ragioni. In realtà, sembra che in quel di Apple Park ogni singola mail venga letta, sebbene per ovvie ragioni non tutte possano ricevere una risposta.

Così come sottolinea Arny, queste comunicazioni – identificate simpaticamente come il gruppo “Dear Tim” – sono divenute sempre più importanti per l’azienda californiana, soprattutto dopo il lancio di Apple Watch. Con la diffusione dello smartwatch sul mercato, migliaia di consumatori hanno cominciato a contattare Cupertino per raccontare le più svariate storie: alcuni hanno voluto ringraziare il gruppo per l’aiuto che il dispositivo ha fornito loro in termini di salute, altri hanno richiesto nuove feature, altri ancora hanno semplicemente espresso il desiderio di lasciare un commento. Per l’azienda, queste interazioni sono progressivamente divenute un feedback irrinunciabile, allo scopo di migliorare la qualità dei propri prodotti.

Così come spiega CNBC, vi sarebbero degli assistenti appositi che passerebbero al setaccio le comunicazioni per Tim Cook: questi selezionerebbero le più meritevoli d’attenzione, a cui il CEO poi risponde personalmente. Altre, invece, sono inserite in apposite liste di distribuzione all’interno dell’azienda e smistate fra i vari reparti.

Fonte: AppleInsider • Immagine: Pexels