QR code per la pagina originale

Tesla, Supercharger V3 al debutto questa settimana

Tesla ha annunciato che mercoledì debutterà la prima stazione di ricarica dotata dei Supercharger V3 che garantiranno ricariche più rapide per le auto.

,

Tesla continua a stupire. Dopo agli annunci sulle Model 3, dei tagli di prezzi delle Model S e Model X e dopo l’annuncio del prossimo debutto della Model Y, Elon Musk ha condiviso la notizia che mercoledì aprirà i battenti il primo Supercharger V3 in grado di offrire una velocità di ricarica molto più rapida rispetto a quella permessa all’interno degli attuali Supercharger. Di questa nuova generazione di stazioni di ricarica si specula da tanto tempo. Su di lei ci sono state molte notizie anche se non tutte molto precise.

Nel 2016, Tesla aveva iniziato a parlare dei Supercharger V3 affermando che sarebbe stato possibile ricaricare, in futuro, sino a 350 kW in stazioni dotate di pannelli solari e di batterie di accumulo appositamente predisposte. Lo scorso anno, Musk spiegò che queste stazioni non avrebbero raggiunto i 350 kW di potenza ma piuttosto potenze comprese tra i 200 e i 250 kW. I motivi che avrebbero impedito di raggiungere i 350 kW inizialmente promessi sarebbero da ricercarsi soprattutto nei costi delle batterie di accumulo delle stazioni. Inizialmente, i Supercharger V3 dovevano arrivare nel 2018 ma il loro debutto è stato fissato solamente adesso.

Trattasi sicuramente di una buona notizia visto che in tutto il mondo si sta lavorando a stazioni a ricarica ultrarapida in grado di ridurre ulteriormente i tempi di ricarica. Attualmente, i Supercharger erogano “solo” 145 kW di potenza. Elon Musk, però, non ha condiviso altri importanti dettagli sulla nuova generazione dei Supercharger. Per esempio quali saranno i modelli delle Tesla in grado di supportare questa potenza e se le ricariche costeranno di più rispetto a quelle standard.

Per sfruttare tutta questa potenza servono batterie di nuova generazione e non è chiaro se quelle installate nelle Model S, Model X e Model 3 siano in grado di gestirla correttamente.

Dettagli che probabilmente si scopriranno solamente mercoledì con l’inaugurazione del primo Supercharger V3.