QR code per la pagina originale

Spotify parte col botto in India: 1 mln di utenti

Spotify, da pochissimi giorni rilasciato in India, ha già fatto il botto facendo registrare oltre 1 milione di utenti unici.

,

Spotify da pochissimi giorni rilasciato ufficialmente in India ha già fatto il botto. Il popolare servizio di musica in streaming ha infatti fatto registrare oltre 1 milione di utenti unici nel paese asiatico.

Il risultato tiene conto sia degli utenti con abbonamento a pagamento che di quelli che ascoltano la musica sulla piattaforma in maniera del tutto gratuita.

Spotify è stato lanciato in India solo martedì scorso, 26 febbraio, entrando di fatto all’interno di un mercato dove il prezzo è un aspetto molto importante – se non primario – e già affollato da competitor di prima fascia come Apple MusicJioSaavn di Reliance Industries e tanti altri.

Come nelle altre parti del mondo, il colosso svedese offre una versione gratuita del servizio con pubblicità e un’altra variante premium, quindi a pagamento, senza però alcun tipo di pubblicità. Il costo? 119 rupie indiane, che equivalgono ad 1,50 euro al mese.

Una scelta importante quella di Spotify, che va ad esordire in un mercato demograficamente enorme: il paese asiatico ha infatti una popolazione di 1,3 miliardi e di questi oltre 400 milioni utilizzano lo smartphone.

Secondo gli ultimi report, a guidare il mercato dello streaming musicale indiano è Gaana con oltre 80 milioni di utenti mensili. Spotify al momento può vantare 207 milioni di utenti attivi a livello mensile su scala globale e 96 milioni di abbonati.

Altri sono inoltre i player nel mercato musicale oltre a Spotify e Gaana come il già citato Apple Music, JioSaavn ma anche Prime Music di Amazon, Google Play Music e Hungama di Xiaomi.