QR code per la pagina originale

Lecce, 1 Gbps grazie ad Open Fiber e Wind Tre

La banda ultralarga sino a 1 Gbps arriva nella città di Lecce grazie alla rete in fibra ottica di Open Fiber e ai servizi di Wind Tre.

,

La banda ultralarga sino a 1 Gbps arriva a Lecce grazie ad Open Fiber ed a Wind Tre. Oltre 13 mila unità immobiliari sono state già raggiunte dalla fibra ottica fino a casa (FTTH) nei quartieri San Pio, Santa Rosa, Viale Grassi-Ferrovia e Leuca-Castromediano. Inoltre, altre 20 mila unirà immobiliari tra abitazioni, uffici e attività commerciali saranno raggiunte dalla fibra ottica nei prossimi mesi.

Per la realizzazione di un’infrastruttura all’avanguardia, la società guidata dall’amministratore delegato Elisabetta Ripa sta investendo a Lecce un totale di 12 milioni di euro. Il piano di Open Fiber prevede la copertura in fibra di circa l’80% delle unità immobiliari presenti in città. L’obiettivo di Open Fiber è realizzare una rete a banda ultralarga quanto più pervasiva ed efficiente possibile, che favorisca il recupero di competitività del “sistema Paese” e, in particolare, l’evoluzione verso “Industria 4.0”.

L’azienda sta accelerando il processo di digitalizzazione del Paese, semplificando e migliorando le relazioni fra cittadini e Pubblica Amministrazione, fra studenti, scuole e università aumentando la produttività e la competitività delle imprese.

Wind Tre è l’azienda partner che gestisce al momento la vendibilità dei servizi in fibra Open Fiber nel capoluogo più orientale d’Italia. Nei prossimi mesi altri operatori partner di Open Fiber si aggiungeranno a Wind Tre. Open Fiber, si ricorda, è solo un operatore Wholesale che si occupa esclusivamente della posa e della gestione della rete.

Grazie all’arrivo della banda ultralarga, i cittadini e le imprese della città di Lecce potranno accedere ad una serie di servizi di valore aggiunto prima non usufruibili con le normali connessioni a banda larga su tecnologie ADSL o FTTC.

Per verificare l’esatto livello di copertura è sufficiente recarsi all’interno del sito di Open Fiber ed utilizzare lo strumento messo a disposizione degli utenti.

Fonte: Open Fiber • Immagine: welcomia via Shutterstock