QR code per la pagina originale

Intel e Keemotion per l’AI nel basket

Grazie a videocamere installate sul campo e alla tecnologia Intel e Keemotion, gli Yale hanno vinto il titolo universitario di basket.

,

Il prossimo settore capace di beneficiare dalle tecnologie di intelligenza artificiale potrà essere lo sporto. Lo ha dimostrato Intel che, insieme alla startup Keemotion, ha realizzato un sistema dedicato al basket, già utilizzato dalla squadra universitaria di Yale, che si è portata a casa il titolo della Ivy League, anche grazie alla IA.

Intel ha descritto la piattaforma pensata per catturare e analizzare le riprese del gioco in diretta da dare in pasto all’hardware Intel Xeon Scalable. Questo, permette di ottenere informazioni aggiuntive sulle prestazioni personali e quelle degli avversari, in modalità che sarebbe impossibile con le strategie di allenamento e revisione tradizionali. Keemotion riprende le immagini tramite tre videocamere, ciascuna delle quali posizionata strategicamente intorno al John J. Lee Amphitheatre di Yale. Le telecamere seguono autonomamente il gioco e regolano il centro della visione durante i momenti più concitati,  senza direzione da parte di un operatore umano.

Il server Intel Xeon Scalable, ottimizzato con il software Math Kernel Library di Intel, esegue il metraggio in risoluzione 1080p in un’unica vista panoramica, mentre i modelli di intelligenza artificiale addestrati sulla piattaforma di elaborazione AI DevCloud identificano le attività e i cambi di punteggio. Il software di Keemotion trasmette i filmati annotati ai tablet che gli allenatori e gli addetti allo staff usano per visualizzare replay e affinare le indicazioni. I vantaggi sono tangibili. Yale ha vinto il titolo della Ivy League e, secondo un rapporto di Research and Markets, entro il 2024 soluzioni IA come Keemotion potranno migliorare le prestazioni individuali e di squadra in media dal 17% al 28%, rispettivamente.

Lavorando con i processori Intel Xeon, siamo in grado di fornire video analizzati, ricercabili e panoramici in meno di 3 secondi, consentendo agli allenatori di avere accesso immediato a uno specifico gioco o azione – ha dichiarato l’amministratore delegato di Keemotion ed ex direttore generale di Brooklyn Nets, Milton Lee – l’intelligenza artificiale di Intel ci ha permesso di sbloccare possibilità sull’analisi delle immagini che prima non avevamo usando i metodi tradizionali.