QR code per la pagina originale

Instagram, novità su barra di avanzamento video

Instagram sta testando una funzionalità molto richiesta dagli utenti, cioè la possibilità di avanzare a piacimento all'interno dei video.

,

Gli sviluppatori di Instagram, così come quelli di WhatsApp o Facebook, sono sempre al lavoro per inserire nuove funzionalità. Il social network ad esempio attualmente non permette di avanzare (ma neanche di retrocedere) nei video, una possibilità presente praticamente in tutte le applicazioni concorrenti. Proprio questa funzione è al centro delle ultime indiscrezioni, riportate come sempre dall’informatissimo account Twitter di Jane Manchun Wong.

Instagram sta lavorando quindi all’introduzione di una barra di avanzamento nei video. Dal tweet si può vedere anche un breve filmato in cui nel video si può effettivamente avanzare. Incredibile ma vero, ma una soluzione così semplice non è presente su Instagram, probabilmente per una scelta di design, più per la difficoltà tecnica di implementazione.

Ci sarà la possibilità di andare avanti o indietro in un filmato. Ora gli utenti di Instagram invece devono aspettare la fine del video per ricominciare a guardarlo, solo dall’inizio, in maniera del tutto automatica. Il social di condivisione di immagini e video si sta quindi trasformando sempre di più negli ultimi mesi.

Recentemente è stata annunciata anche la funzione checkout, che a differenza delle novità sui video rappresenta un qualcosa che potrebbe cambiare la faccia e le interazioni con l’app. Apertura totale all’ecommerce, con la possibilità infatti di comprare direttamente all’interno dell’applicazione, col checkout in-app che consentirà di registrare le informazioni di pagamento per comprare più velocemente.

Instagram ci guadagna con una commissione, addebitata ai rivenditori. Grandi marchi useranno inizialmente checkout, ad esempio Nike, Adidas, Dior, H & M, MAC Cosmetics, Michael Kors, Oscar de la Renta, Prada, Uniqlo, Warby Parker e Zara. In Italia non è ancora disponibile, i test partiranno prima negli Stati Uniti. Una maniera in più per il social (ma anche per i rivenditori) per monetizzare.