QR code per la pagina originale

Instagram ancora più ecommerce: si compra dall’app

Una vera e propria svolta verso l'ecommerce da parte di Instagram, che testa la possibilità di acquistare all'interno della piattaforma.

,

Instagram abbraccia totalmente l’ecommerce sfidando piattaforme fondamentalmente differenti come eBay e Amazon. In futuro consentirà agli utenti di comprare direttamente all’interno dell’applicazione. L’azienda ha annunciato che porterà la funzionalità di checkout in-app, dove registrare le informazioni di pagamento per comprare più velocemente. Un passo importante per la trasformazione in vero e proprio ecommerce.

In cambio, Instagram addebiterà ai rivenditori una commissione per la vendita. Più di 20 marchi utilizzeranno inizialmente il checkout, tra cui Nike, Adidas, Dior, H & M, MAC Cosmetics, Michael Kors, Oscar de la Renta, Prada, Uniqlo, Warby Parker e Zara.

Il test quindi parte dagli USA e i pagamenti potranno essere accolti con le comuni carte di credito (Visa, Mastercard, American Express, Discover) e PayPal. “Gli utenti non devono più aprire un browser per acquistare: con le loro informazioni di pagamento tenute al sicuro in un unico luogo, possono acquistare i prodotti senza il bisogno di accedere ad altri siti e di inserire le loro informazioni più volte“, ha dichiarato Instagram.

Durante il corso dell’ultimo anno Instagram ha introdotto diverse novità per permettere agli utenti di fare shopping. Ad esempio nelle Storie, con i tag e nella sezione Esplora, anche se per concludere l’ordine è obbligatorio atterrare sui siti delle varie aziende. Ogni mese questi tag sono stati cliccati da 130 milioni di utenti.

La nuova funzione checkout permetterà di vedere un oggetto sul feed e di acquistarlo direttamente, senza uscire dall’app. Per ora le informazioni di pagamento archiviate con Facebook verranno utilizzate solo su Instagram. In ogni caso è facile immaginare che Facebook potrebbe permettere in futuro di usare le proprie credenziali altrove nella sua famiglia di app. La società sta anche lavorando a un metodo di pagamento separato, che coinvolge la blockchain e WhatsApp.