QR code per la pagina originale

Firefox Beta 67 blocca i cryptominers

In Firefox Beta 67 è stata aggiunta la possibilità di bloccare cryptominers e fingerprinters, selezionando le voci corrispondenti nelle opzioni.

,

Come promesso, Mozilla ha incluso in Firefox Beta 67 una funzionalità molto interessante che protegge l’utente durante la navigazione. Si tratta di un ulteriore miglioramento della tecnologia antitracciamento introdotta con la versione 63 del browser. In questo caso il blocco riguarda cryptomining e fingerprinting.

I cryptominers sono diventati molto popolari negli ultimi anni. Utilizzando specifici script è possibile sfruttare la potenza del processore per generare monete digitali. Questi script vengono nascosti all’interno delle pagine web ed eseguiti all’insaputa dell’utente. Oltre ad avere un impatto negativo sulle prestazioni riducono l’autonomia della batteria e incrementano i consumi. Firefox blocca già alcuni script, ma nella versione Beta 67 è stata aggiunta una voce ad hoc nella sezione Personalizzato del Blocco contenuti, accessibile tramite la pagina Privacy e sicurezza.

Altri script molto diffusi sono i cosiddetti fingerprinters. In questo caso il tracciamento avviene attraverso la creazione di un’impronta digitale del computer. In pratica, i siti web registrano alcuni dettagli come la risoluzione dello schermo, il tipo di sistema operativo e i plugin installati. Queste informazioni vengono quindi sfruttate per tracciare l’utente online, anche dopo aver cancellato i cookie.

Le nuove protezioni sono state incluse nella lista dei domini compilata da Disconnect. In qualunque momento è possibile disattivare il blocco per uno specifico sito, cliccando la i visibile alla destra della barra degli indirizzi. Un simile risultato si può ottenere con AdBlock Plus o NoScript, ma il supporto nativo evita l’installazione delle estensioni.

Altre novità di Firefox Beta 67 sono la possibilità di installare più versioni del browser con profili separati e l’importazione dei dati da un altro browser utilizzando l’opzione aggiunta al menu File.