QR code per la pagina originale

G Suite dialoga con l’Assistente Google

Tante le novità per G Suite dal Google Cloud Next, tra cui l'integrazione con Assistente Google per Calendar e l'apertura verso Microsoft Office.

,

Tante novità da casa Google all’evento Cloud Next ’19, manifestazione dove il colosso di Mountain View presente tutte le nuove possibilità offerte dalla sua piattaforma cloud. Tra queste, spiccano aggiornamenti per G Suite come i suggerimenti grammaticali tramite IA in Documenti Google, la verifica semplificata in due passaggi, nuove funzionalità per velocizzare la creazione di Documenti e Fogli Google.

Protagonista di questa nuova infornata di novità anche l’integrazione con l’Assistente Google, al momento ancora in versione beta che funziona principalmente con Calendar. In futuro, i clienti G Suite potranno chiedere a Google Assistant dove e quando, ad esempio, si svolge una riunione e qualsiasi altro appuntamento segnato sulla propria agenda di G Suite. Una nuova feature che effettivamente mancava, questa integrazione tra l’assistente e il calendario di Google.

Interessanti novità anche per Hangouts Meet e Hangouts Chat. Nelle videochiamate Hangout Meet, gli utenti possono ora optare per attivare sottotitoli automatici utilizzando la tecnologia di riconoscimento vocale di Google. Presto inoltre gli utenti saranno in grado di condurre riunioni in video streaming. Google sta inoltre portando Hangouts Chat in Gmail. Ricordiamo che la versione consumer di Google Hangouts verrà definitivamente cancellata verso il mese di ottobre. Arriva anche la modifica in tempo reale in Microsoft Office. Gli utenti potranno infatti lavorare sui file di Office all’interno di G Suite senza dover convertire i file.

Semplificazioni pure per la ricerca di fonti di dati di terze parti, come Salesforce, da Cloud Search, ampliamento delle funzionalità dei dati di Fogli Google e servizio di telefonia cloud che funziona da qualsiasi device. Nei prossimi mesi, inoltre, Google espanderà gli add-on di G Suite per lavorare con altre applicazioni di terze parti, tra cui Copper, Workfront e Box.