QR code per la pagina originale

Slack, più facile da utilizzare con Office 365

Slack è ora più facile da usare con le app di Microsoft Office 365 grazie ad una maggiore integrazione con i servizi della casa di Redmond.

,

Slack ha iniziato ad integrare i servizi di Microsoft Office 365. Mentre app come OneDrive e Azure Active Directory erano già disponibili su Slack, il servizio di messaggistica aziendale ora avrà un’integrazione molto più profonda con le app e i file di Office. Per esempio, si potranno vedere le anteprime dei documenti di Office direttamente all’interno di Slack. Grazie all’integrazione con i servizi di Outlook, attraverso Slack sarà possibile gestire gli appuntamenti e le riunioni. Quando si verrà invitati ad una riunione, Slack riceverà un messaggio che permetterà di rispondere con un semplice click.

Gli utenti potranno partecipare ad una riunione direttamente dall’app, indipendentemente che si tratti di Skype, Webex o Zoom. Altra novità, l’aggiornamento automatico del proprio stato mentre si è in riunione. Slack sta, inoltre, portando l’integrazione della posta di Outlook. Questo significa che sarà possibile condividere i messaggi email direttamente da Outlook a Slack. In precedenza era necessario utilizzare soluzioni di terze parti per poterlo fare. Anche l’app OneDrive di Slack è stata aggiornata per consentire agli utenti di importare rapidamente i file dal servizio di archiviazione cloud di Microsoft.

Proprio come l’integrazione esistente con Dropbox e Google Drive, gli utenti di OneDrive potranno fare clic sull’icona + per sfogliare i file e aggiungerli a un canale o ad un messaggio diretto.

Oltre a questi miglioramenti di OneDrive, Slack abilita anche le anteprime complete dei file di Office come le presentazioni di PowerPoint, i documenti di Word e i fogli di calcolo Excel. Tutti questi miglioramenti delle app saranno aggiunte gradite per tutte le aziende o i team che utilizzano sia i servizi di Slack che quelli di Microsoft.

Questa integrazione delle app Office in Slack arriva pochi mesi dopo che Microsoft ha lanciato la sua versione gratuita di Teams per rivaleggiare proprio con Slack.