QR code per la pagina originale

Fastweb: priorità allo sviluppo del 5G

Fastweb da la massima priorità al 5G; nel corso dell'anno gli investimenti si concentreranno maggiormente sullo sviluppo della nuova rete.

,

Fastweb mette come sua prima priorità il 5G. Presentando i dati della sua ultima trimestrale, l’operatore ha fatto il punto anche sul suo piano industriale. Fastweb ha quindi fatto sapere che nel corso dell’anno gli investimenti si concentreranno sul 5G ed in particolare sullo sviluppo della rete sia in modalità FWA che mobile a partire dalle principali città del Paese. Un’infrastruttura che si affiancherà alla rete fissa ultra broadband già disponibile in 22 milioni di abitazioni.

Entrando nello specifico, Fastweb evidenzia che dopo il trial FWA lanciato lo scorso febbraio a Milano che ha confermato le enormi potenzialità della rete 5G di fornire connessioni fisse “fiber-like” con velocità oltre il Gb/s a famiglie e imprese, amplierà le sperimentazioni, propedeutiche allo sviluppo del servizio commerciale, ad altre città. L’operatore, dunque, punta decisamente a diventare uno dei protagonisti della rivoluzione 5G. In particolare, sembra che Fastweb intenda puntare maggiormente sul FWA, cioè su di un’offerta di connettività di banda ultralarga basata sul 5G.

Queste dichiarazioni molto importanti sul 5G arrivano, come detto, durante la presentazione dell’ultima trimestrale. Al riguardo l’operatore conferma il trend di crescita nell’acquisizione di clienti per i servizi di accesso a banda larga con 92 mila nuove unità che portano la base clienti al 31 marzo a 2,575 milioni (+4% rispetto al 1Q 2018). Nello stesso periodo i ricavi hanno raggiunto 514 milioni di euro, in aumento del 4,5% rispetto ad un anno prima.

Anche in questo trimestre il mercato ha premiato la strategia di Fastweb basata sulla continua innovazione e la scelta di optare per offerte semplici, trasparenti e senza costi nascosti.

In crescita anche l’EBITDA (Earning Before Interest Depreciation and Amortization) che al 31 marzo 2019 ha raggiunto 157 milioni di euro, mentre l’EBITDA inclusivo dei costi di leasing si attesta a 151 milioni di euro, +5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si tratta del 23° trimestre consecutivo di crescita per numero di clienti e per l’EBITDA.