QR code per la pagina originale

Microsoft xCloud, iniziano i test a casa

Lo sviluppo di xCloud ha raggiunto lo stadio di takehome; gli sviluppatori potranno iniziare a testare la piattaforma da casa.

,

Microsoft continua a fare importanti passi in avanti nello sviluppo di xCloud, cioè della sua futura piattaforma di streaming per i giochi. La casa di Redmond ha, adesso, annunciato di aver raggiunto un altro importante traguardo nello sviluppo di questa piattaforma. Phil Spencer, responsabile della divisione Xbox, attraverso il suo account su Twitter ha annunciato che il team che sviluppa xCloud ha rilasciato la versione “takehome”.

Questo significa che chi sta lavorando allo sviluppo della piattaforma potrà continuare a testarla ed a lavorarci sopra anche da casa e non solamente all’interno delle stanze di Microsoft. Trattasi di una notizia molto importante che mette in evidenza come lo sviluppo di xCloud proceda secondo i piani originali. Infatti, Phil Spencer ha poi sottolineato, sempre su Twitter, che è confermato che una prima dimostrazione pubblica della piattaforma di streaming per i giochi verrà effettuata entro la fine dell’anno.

Addirittura, secondo Brad Sams, Microsoft potrebbe anche decidere di dare una primissima dimostrazione di xCloud già a giugno al prossimo appuntamento di E3 2019. Effettivamente, il rilascio della versione “takehome” suggerisce che xCloud potrebbe essere quasi pronto per una prima breve dimostrazione pubblica.

Se davvero ad E3 2019 la casa di Redmond porterà al debutto la sua piattaforma di streaming per i giochi non si dovrà attendere molto per scoprirlo.

Vale la pena evidenziare che xCloud è solo un nome provvisorio che Microsoft ha dato alla sua piattaforma di streaming per i giochi. Probabile, dunque, che alla fine la società scelga un altro nome per il lancio ufficiale del servizio.

Si ricorda, infine, che xCloud permetterà di rendere disponibili i giochi Xbox su tutti i dispositivi, inclusi i computer, gli smartphone e i tablet pc.