QR code per la pagina originale

Nuovo update per Windows 10 October 2018 Update

Microsoft ha rilasciato un nuovo aggiornamento qualitativo per Windows 10 October 2018 Update che va a risolvere diversi bug.

,

Nel corso del weekend, Microsoft ha rilasciato un nuovo aggiornamento cumulativo per Windows 10 October 2018 Update. Trattasi di un aggiornamento qualitativo che punta all’obiettivo di andare a correggere diversi bug ed ad ottimizzare le prestazioni del sistema operativo. Curiosamente, trattasi del secondo update dedicato all’ultima declinazione di Windows 10 che la casa di Redmond ha rilasciato nel giro di pochi giorni. Tuttavia, il primo aggiornamento andava scaricato manualmente mentre questo può essere installato direttamente dal classico canale di Windows Update.

Più nello specifico, questo nuovo aggiornamento è identificato dal codice KB4495667 e porta la build del sistema operativo alla versione 17763.475. Il change log condiviso da Microsoft è davvero molto vasto, segno che la società è intervenuta su moltissimi aspetti del sistema operativo per ottimizzarlo e migliorarlo. Ovviamente, trattandosi di un aggiornamento qualitativo, non ci sono novità. Per quelle bisognerà attendere il rilascio di Windows 10 May 2019 Update che dovrebbe essere distribuito verso la fine di questo mese di maggio.

Il fatto che Microsoft distribuisca con così alta frequenza aggiornamenti per Windows 10 non deve stupire. Da quando la casa di Redmond ha portato al debutto il suo nuovo sistema operativo ha sempre specificato che avrebbe rilasciato update non appena pronti e senza aspettare l’arrivo di specifiche ricorrenze.

Obiettivo, quello di garantire agli utilizzatori sempre la migliore esperienza d’uso possibile. La prossima settimana è previsto l’appuntamento del Patch Tuesday del mese di maggio 2019 e in quell’occasione è lecito attendersi il rilascio di un’altra patch per Windows 10 October 2018 Update.

Nel frattempo, comunque, vista l’importanza di questo update, il suggerimento è quello di andarlo a scaricare quanto prima. I più curiosi possono scoprire il change log all’interno delle pagine di supporto di Microsoft.