Windows 10 May 2019 Update, partenza lenta

Partenza lenta per Windows 10 May 2019 Update che ha raggiunto appena l’1,4% dei PC Windows 10; Windows 10 April 2018 Update ancora sugli scudi.

Parliamo di

Partenza lenta per Windows 10 May 2019 Update che evidenzia come Microsoft abbia optato per un rilascio progressivo per essere sicura che non ci fossero problemi. Secondo il nuovo report mensile di AdDuplex, nel mese di maggio, solo l’1,4% dei PC Windows 10 disponeva dell’ultima declinazione del sistema operativo della casa di Redmond.

Va detto, comunque, che questo dato sconta anche il fatto che Windows 10 May 2019 Update è stato rilasciato appena una settimana prima della raccolta di questi dati. Dunque, il prossimo report sarà molto più preciso per quanto riguarda i numeri di adozione dell’ultimo grande step di Windows 10. Secondo il report, la versione di Windows 10 più diffusa rimane sempre Windows 10 April 2018 Update anche se la percentuale è in leggero calo rispetto a quella del mese precedente (61,1% contro 63,2%). Windows 10 October 2018 Update ha visto, invece, salire le sue quote dal 29,3% al 31,3%.

AdDuplex
AdDuplex

I report dei prossimi mesi saranno molto interessanti per analizzare la curva di adozione di Windows 10 May 2019 Update, per verificare se l’ultimo grande step del sistema operativo sarà adottato in massa dagli utenti un po’ come successo con Windows 10 April 2018 Update o se la crescita sarà molto lenta come successo, invece, con Windows 10 October 2018 Update che, però, era stato afflitto da diversi problemi.

Il report mette in evidenza un dato particolare e cioè che è crollata la presenza di PC degli utenti Insider. Questo dato non deve, comunque, stupire. A seguito del rilascio delle versioni RTM dei grandi step funzionali dei sistemi operativi della società, si manifesta sempre un calo fisiologico dei PC dotati delle build di sviluppo.

Infine, per la prima volta AdDuplex certifica il numero di PC analizzati per ottenere il report, circa ben 100 mila.

Ti potrebbe interessare