QR code per la pagina originale

PS Plus, Detroit: Become Human sostituisce PES

Sony ha apportato una modifica ai giochi PS Plus gratuiti di luglio: fuori PES 2019, dentro Detroit: Become Human!

,

I giochi gratuiti PS Plus di luglio 2019 hanno subito un cambiamento last-minute. Sony ha annunciato che invece di PES 2019, come inizialmente rivelato, gli abbonati avranno la possibilità di scaricare Detroit: Become Human.

Si tratta dell’edizione Digital Deluxe, ciò significa che include anche un altro bellissimo gioco di Quantic Dream: Heavy Rain. L’annuncio relativo a questo cambio di rotta non è accompagnato da spiegazioni, e la notizia arriva giusto poche ore prima dell’aggiunta dei nuovi giochi gratuiti su PSN. Nella dichiarazione di Sony si può leggere:

Stiamo facendo un cambiamento nella line-up dei giochi PS Plus di luglio. Questo mese aggiungeremo Detroit: Become Human Digital Deluxe Edition, che include anche Heavy Rain, ai titoli gratuiti anziché Pro Evolution Soccer 2019. Ci scusiamo per gli eventuali disagi.

L’offerta due-per-uno di Quantic Dream sarà affiancata da Horizon Turbo Chase, secondo gioco gratis del mese. I titoli di Quantic Dream sono diventati famosi per le loro qualità tecniche, storie memorabili e personaggi fotorealistici, spesso incredibilmente simili alle loro controparti reali. Detroit: Become Human è l’ultima fatica dello studio sviluppo capitanato da David Cage e si svolge in un futuro non troppo lontano in cui gli androidi iniziano a ribellarsi agli umani contestando i loro ruoli servili.

Onestamente, la nuova offerta di PS Plus relativa a luglio 2019 sembra nettamente migliore con l’aggiunta dell’avventura grafica. Senza nulla togliere al calcistico di Konami, Detroit: Become Human  è un vero e proprio capolavoro e permette ai giocatori di sperimentare vari finali grazie a una funzionale diramazione della trama. Tra l’altro, PES  2020 uscirà nel mese di settembre e la sua demo sarà disponibile a fine luglio. Che senso avrebbe, quindi, scaricare l’edizione dello scorso anno?

Fonte: PlayStation Blog • Immagine: Sony