QR code per la pagina originale

Su Kickstarter il lettore di cassette Bluetooth

Ninm Lab ha deciso di cavalcare l'onda del recente successo delle musicassette con un progetto Kickstarter lanciando il dispositivo It's Ok.

,

La moda è una ruota che gira, e prima o poi ritorna allo stesso punto. Ce lo stanno insegnando il mondo della moda e del cinema, con un prepotente ritorno dello stile anni ’80 e così anche la musica si sta adeguando con il rilancio delle musicassette.

Le vendite delle cassette sono cresciute in maniera significativa nell’ultimo anno, e la società Ninm Lab ha così deciso di cavalcare l’onda con un progetto Kickstarter lanciando il dispositivo It’s Ok, un walkman dall’aspetto tradizionale ibridato con le moderne tecnologie.

Il lettore di audiocassette It’s Ok ha infatti la connettività Bluetooth che permette ovviamente al dispositivo di comunicare con smartphone e altri device per riprodurre la musica. Un bluetooth 5.0 che garantisce non solamente una perfetta comunicazione con altri dispositivi ma anche di sfruttare cuffie wireless e altoparlanti.

Non manca un ingresso jack da 3.5mm per collegare il walkman tramite il filo ad uno speaker oppure infilarci un paio di auricolari o di cuffie. La tradizione però rimane prepotente in questo lettore: la batteria non è ricaricabile al litio, ma It’s Ok funziona con le classiche due batterie AA.

Classici anche i “tastoni” per gestire la musica: play, stop, rec, avanti e indietro. Grazie ad un piccolo microfono integrato, il lettore può anche registrare – ovviamente su cassetta – audio in entrata.

Il prezzo? Per i primi sostenitori della campagna di crowdfunding, It’s Okay avrà un costo di 63 dollari, con uno sconto del 30% rispetto a quello che sarà il prezzo finale del dispositivo (75 dollari). Nell’acquisto è compreso anche una cassetta vergine da 60 minuti. Il “walkman” sarà disponibile probabilmente a dicembre 2019 nei colori rosa, bianco e blu navy.

Nel momento in cui scriviamo la campagna Kickstarter – a questo link – ha raccolto oltre 40 mila dollari, quadruplicando praticamente l’obiettivo iniziale i 11 mila dollari.

Video:Sony Xperia T, lo smartphone di James Bond