QR code per la pagina originale

Fortnite, 13enne su Twitch per curare il padre

Un 13enne ha trasmesso Fortnite per ben 10 ore al giorno per raccogliere i fondi necessari a curare il padre affetto da una grave forma di cancro.

,

Il videogioco online può trasformarsi anche in un valido strumento di solidarietà. È accaduto in USA dove un 13enne ha cominciato a trasmettere video gameplay di Fortnite per ben 10 ore al giorno con la speranza di raccogliere i fondi necessari per far curare il padre affetto da una grave forma di cancro.

Stiamo parlando di ZylTV, giovanissimo streamer canadese che da qualche giorno si è messo a streammare le proprie partite di Twitch con la speranza di raccogliere fondi per aiutare il padre a pagare la chemioterapia per curare il tumore. Al genitore di ZylTV è stato infatti diagnosticato un tumore di grado 3 lo scorso settembre che successivamente si è esteso al fegato e ai polmoni fino a raggiungere il quarto grado.

Una chemioterapia non garantirà la cura definitiva della malattia, evidentemente ad uno stadio molto avanzato, ma potrà aumentare sensibilmente l’aspettativa di vita del padre da 1 a tre anni, con un 20% in più di possibilità di sconfiggere il tumore.

La raccolta fondi è partita subito molto bene, e in soli quattro giorni il ragazzo ha raccolto 1000 dollari canadesi . A quel punto ZylTV ha raccontato la sua storia sul popolare forum Reddit dove è riuscito a coinvolgere ben 21 mila utenti che hanno supportato il ragazzo, spingendolo a “non mollare”.

Da quel momento il fatto ha continuato a generare interesse fino a giungere alle orecchie di streamer decisamente più famosi come Xxif e Ronaldo che hanno fatto loro stessi delle donazioni, permettendo al ragazzo di arrivare a oltre 13 mila dollari canadese (9 mila euro). Cifra che gli ha permesso di pagare le spese per la terapia.

Ora il giovane streamer ha al seguito oltre 20 mila follower su Twitch e ha ricevuto in regalo da Xxif e Ronaldo due biglietti aerei per partecipare alla Fortnite World Cup di New York insieme al padre.