QR code per la pagina originale

Giappone, camera d’hotel con simulatore di volo

Nell'Haneda Excel Hotel Tokyu è possibile pernottare in una camera con un simulatore di volo grandezza naturale ispirato al Boeing 737-800.

,

Suite con idromassaggio, servizio in camera, TV grande, arredamento extra lusso. Sono tantissime le possibilità in grado di offrire gli hotel di un certo livello, ma quella proposta dal giapponese Haneda Excel Hotel Tokyu è davvero qualcosa di senza precedenti: un simulatore di volo grandezza naturale in camera. Proprio così.

La postazione, che non è altro che una cabina di un Boeing 737-800 in grandezza naturale, permette di provare un simulatore di volo. Come scrive Kotaku, un pernottamento in camera con simulatore di volo non è di certo alla portata di tutti: costa infatti 25.300 yen, ovvero 207,51 euro per una sola notte. Esiste però anche la possibilità di prenotare una lezione di 90 minuti con un vero istruttore di volo per 30.000 yen (circa 245 euro).

Per rendere il tutto ancora più interessante, l’albergo è collegato all’Aeroporto Internazionale di Tokyo Haneda. Una soluzione che nonostante possa sembrare cara, è in realtà più economica della camera con postazione da gaming super performante (al tempo top di gamma) con CPU Core i7-7800 e scheda grafica Nvidia GTX 1800 Ti con schermo OLED da 65 pollici. Quella stanza costava 349 dollari a notte (310 euro).

Al momento, nella pagina del sito ufficiale dedicata alla nuova stanza con simulatore di volo, non viene menzionato il software installato, ma l’annuncio arriva proprio a poche settimane dalla presentazione da parte di Microsoft del nuovo Flight Simulator sul palco dell’E3 2019 di Los Angeles. Sarà un caso?

Nel frattempo – restando in tema hotel – ricordiamo che di recente con l’app Satispay è possibile pagare con lo smartphone in città, al mare o in spiaggia negli oltre 200 stabilimenti balneari convenzionati. Grazie alla geolocalizzazione, infatti, Satispay riesce a individuare la posizione degli utenti e mostrare così i negozi convenzionati presenti nei dintorni.

Fonte: The Verge • Immagine: Tokyu Hotels