QR code per la pagina originale

Moon Day: Armstrong e gli altri dell’equipaggio

La missione Apollo 11 fu un successo anche grazie a Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins; ecco la loro storia.

,

Il Moon Day si celebra il 20 luglio. Tutto il mondo festeggerà gli eroi della missione Apollo 11 che 50 anni fa hanno messo per primi il piede sulla Luna, portando l’uomo sin dove non era mai arrivato. I tre protagonisti di questo evento storico per la storia umana sono: Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins.

Moon Day, gli astronauti dell’Apollo 11

Neil Armstrong non ha certamente bisogno di grandi presentazioni in quanto tutti sanno che è stato il primo uomo che ha posato il piede sulla Luna. Nato nel Wapakoneta il 5 agosto 1930, prima di diventare astronauta, fu ufficiale nella United States Navy e partecipò pure alla Guerra di Corea.

Armstrong entrò a far parte della NASA nel 1962 e la sua prima missione fu Gemini 8 in qualità di comandante. Missione storica in cui fu effettuato il primo aggancio in orbita tra due navicelle. La sua seconda ed ultima missione fu l’Apollo 11 che gli permise di recarsi sulla Luna.

Buzz Aldrin è il secondo uomo ad aver messo piede sulla Luna. Nato nel Montclair il 20 gennaio 1930, partecipò alla guerra di Corea come pilota di jet da combattimento. Successivamente entrò alla NASA. La sua prima missione fu nel 1966 Gemini 12 in cui trascorse più di cinque ore in attività extraveicolare. Partecipò poi alla missione Apollo 11. Successivamente, lasciò la NASA nel 1971 per diventare comandante della U.S. Air Force Test Pilot School. L’anno dopo si ritirò dall’Aeronautica militare.

Michael Collins è forse il meno noto dei tre in quanto non mise piede sulla Luna poiché rimase in orbita nel modulo di comando. Nato a Roma il 31 ottobre 1930, fece due voli spaziali. Il primo con la missione Gemini 10 dove effettuò un randevu tra due veicoli spaziali in orbita e attività extraveicolare. Il secondo volo fu il più importante, quello della missione Apollo 11.