QR code per la pagina originale

Spotify, musicScapes e la musica diventa paesaggio

MmusicScape è un software di IA che rielabora le sonorità delle ultime 50 canzoni ascoltate su Spotify per realizzare un paesaggio di fantasia.

,

Spesso ascoltando una canzone particolarmente suggestiva, si compiono dei viaggi mentali, disegnando nella propria mente situazioni, persone e anche paesaggi. Oggi queste immagini possono prendere forma nero su bianco grazie a musicScape, un software di IA che rielabora le sonorità delle ultime 50 canzoni ascoltate su Spotify per realizzare un paesaggio di fantasia.

L’intelligenza artificiale di musicScape decide quali colore scegliere per il suo paesaggio dipinto in relazione alle emozioni trasmesse dalla canzone: felicità saranno colori accesi, tristezza colori scuri. Importante anche il genere musicale, visto che il software va a tracciare il landscape basandosi su questo aspetto.

Se gli accordi sono soprattutto in maggiore il paesaggio sarà di giorno, di notte, invece, se gli accordi sono in minore. Niente di troppo trascendentale ed evocativo, però: i paesaggi rappresentano quasi tutti delle montagne, più o meno “seghettate” a seconda della vivacità del pezzo.

Importante anche la fedeltà a Spotify: più si ascolta musica sull’applicazione, più montagne ci saranno. Ovviamente più si spazierà tra i generi musicali, più il landscape assumerà un aspetto differente. La musica rock andrà probabilmente a tratteggiare delle cime frastagliate, mentre sonorità più lente e dolci andranno a disegnare paesaggi pianeggianti. MusicScape è stato sviluppato nel corso del devX hackathon di Spotify del 2017 a Stoccolma da Nadia Campo Woytuk e Stefan Aleksik.

Come funziona? Per poter vedere che tipo di paesaggio disegnano le canzone che ascoltiamo su Spotify, è sufficiente accedere al sito ufficiale di musicScapes, dal quale si viene poi reindirizzati a Spotify. A questo punto l’IA del programma andrà ad analizzare le canzoni ascoltate dall’utente andando a tratteggiare dei paesaggi.