QR code per la pagina originale

Dream Team, 4 nuovi progetti a lungo temine

All'interno del quinto appuntamento di Next Generation sono stati presentati i pitch dei progetti affidati ai giovani del Dream Team.

,

All’interno della quinta edizione di Next Generation sono stati presentati i pitch dei progetti affidati ai giovani del Dream Team. Nello specifico, sono stati affidati 4 progetti a 35 giovani under 30, divisi in gruppi guidati da 4 tutor e supervisionati da un project manager. Trattasi della conclusione di un percorso durato 9 intensi giorni e che ha messo i talenti della Community selezionata da Giffoni Innovation Hub davanti le sfide lanciate dai quattro brand di Fondazione Ibm, Fondazione Telethon, Toyota e il progetto Generazione Giffoni per Giffoni Experience.

Dream Team, i progetti

Gruppo Telethon – Il Teletheam ha ideato e realizzato un kit di giochi e uno storytelling ad hoc “Diana ha bisogno di TE!”. Si tratta della storia di una bambina che si ritrova a sperimentare temporaneamente sintomi tipici delle malattie genetiche. I giochi del kit intendono ricreare situazioni della vita quotidiana di Diana nelle quali vista, tatto, forza fisica e concentrazione vengono a mancare: l’unico modo per superare queste piccole sfide è la collaborazione degli amici. In questo modo, il Teletheam intende sensibilizzare sul tema delle malattie genetiche e invitare i bambini alla collaborazione per realizzare un solo obiettivo: “che tutto il mondo possa vivere giorni di felicità”.

Gruppo IBM – Il Team IBM ha programmato una chatbot: Griffy 2.0, la versione digitale della mascotte del GFF. La chatbot è stata istruita per rispondere alle domande (generiche e specifiche) di un utente del sito www.giffonifilmfestival.it alla ricerca di informazioni sulla manifestazione. In particolare, la chatbot è stata pensata per i giurati delle categorie +13 e +16, dai 13 ai 17 anni. Le ragazze del team Ibm hanno lavorato suddivise in due gruppi: il primo si è dedicato alla ricerca delle domande più frequenti e delle risposte corrette; il secondo si è occupato di programmare la chatbot e inserire domande e risposte nella piattaforma Watson Ibm. La chatbot Griffy 2.0 verrà messa a disposizione per l’edizione 2020 di Giffoni Experience.

Gruppo Toyota – Il gruppo Toyota ha lavorato per creare un’innovativa metodologia di educazione, formazione ed interazione chiamata LYMPH – Feel the Fuel of life. Il sistema si basa su di una piattaforma e-learning esperienziale e flessibile, progettata per i dipendenti Toyota e gli studenti. La piattaforma è implementata da una IA che renderà l’interazione più agevole tramite chatbot. Parte integrante del progetto è anche il G/\P contest, un evento che coinvolgerà le 19 scuole del programma T-TEP e i dipendenti Toyota: un open space, un palco, che darà al mondo il vero valore che studenti e dipendenti hanno imparato. In questo modo LYMPH darà la motivazione, le informazioni e gli strumenti per un futuro migliore.

Gruppo Generazione Giffoni – Il gruppo Generazione Giffoni ha lavorato per sviluppare un osservatorio sulle generazioni presenti a Giffoni (target 13-24 anni). Si è dapprima indagato sull’esperienza vissuta in sala dai giurati durante la proiezione dei film in concorso per catturarne i sentimenti, stati d’animo e i desideri. In seguito, si è fatto luce su cinque temi specifici: Save the Planet, Arte, Always Connected Life, Influencer e Moda, Rapporto col cibo. Per realizzare l’Osservatorio le metodologie applicate sono state: Gamified Conversational Chatbot (per la survey in sala), design thinking per la definizione delle preorità di indagine, interviste sul campo e interpretazioni simboliche associate a immagini e parole. Le parole emerse con maggiore forza in relazione ai tre personaggi fuori dagli stereotipi sono state: forza, coraggio, determinazione e fragilità che diventa consapevolezza del proprio sé.