QR code per la pagina originale

Serie TV Netflix: le 5 migliori a tema tecnologia

Una selezione di serie TV Netflix che danno rilievo alla tecnologia, per navigare al meglio nella selezione del vasto catalogo della piattaforma.

,

Su Netflix c’è davvero tanta scelta per gli appassionati di cinema e serie TV, grazie a un catalogo ricco di contenuti e sempre in aggiornamento.

Il colosso dello streaming cerca di bilanciare quantità e qualità, fornendo produzioni che spaziano dal genere horror a quello drammatico, passando per quello fantascientifico e documentaristico. Ci sono anche diverse serie TV mettono in rilievo la tecnologia, affidandogli un ruolo chiave nella trama: in questo articolo è dunque possibile trovare e 5 migliori di Netflix a tema, per tutti coloro che stanno cercando uno show appassionante che abbia a che fare con l’argomento tech.

Stranger Things

Un mix di fantascienza e horror che strizza l’occhio ai lavori di Stephen Spielberg e omaggia i film degli anni ’80: Stranger Things segue le vicende di un gruppo di ragazzini, residenti in un’immaginaria cittadina americana, che scoprono l’esistenza di una dimensione parallela e di pericolose creature provenienti da essa. Lo show, creato dai fratelli Duffer, è presto diventato un successo internazionale, ispirando gadget, videogiochi e capi di abbigliamento. Non solo la tecnologia eighties gioca un ruolo essenziale nella serie Netflix, essendo una produzione principalmente sci-fi, è infatti possibile notare laboratori super avanzati e macchinari fantascientifici.

Dark

Etichettata (erroneamente) come la risposta tedesca a Stranger Things, Dark è una serie TV incentrata sui viaggi nel tempo. A Winden, una cittadina fittizia della Germania, alcune persone cominciano a sparire e la polizia non riesce a ritrovare i corpi: le vicende di più famiglie della comunità si intrecciano e il mistero via via si infittisce, collegando una buia grotta, una centrale nucleare e strane persone che provengono da periodi diversi. La tecnologia viene rappresentata da una particolare macchina del tempo, che consente ai protagonisti di viaggiare nel futuro e nel passato.

The OA

Esperienze pre-mortem e il dramma di una giovane, usata, insieme ad altre persone “speciali”, come cavia da laboratorio per comprendere i segreti di ciò che accade nella fase che precede la morte. La storia di The OA è incentrata su Prairie Johnson, una ragazza che riemerge dopo essere comparsa per sette anni: presenta cicatrici sulla schiena, è frastornata e, soprattutto, può vedere nonostante fosse cieca fino alla sua scomparsa. Inoltre, sostiene di poter salvare alcune persone aprendo un portale verso un’altra dimensione. La serie appartiene al genere sci-fi, dunque la presenza della tecnologia è evidente (specie nella seconda stagione, la quale parte con un gioco in realtà aumentata che coinvolge un numero sempre maggiore di ragazzi).

Orphan Black

Tech e clonazione umana vanno a braccetto. Nella serie canadese, Sarah Manning, scopre di essere al centro di una cospirazione quando assiste al suicidio di un’altra donna del tutto identica a lei: non passerà troppo tempo prima che la protagonista scoprirà di essere una dei tanti cloni creati da una misteriosa società che ambisce all’evoluzione dell’uomo.

Mars

Docu-serie più attuale che mai: Mars, come lascia intendere il nome stesso, racconta una futura missione con equipaggio sul Pianeta Rosso, cercando di seguire un certo realismo scientifico. La trama, scritta come fosse una serie TV a tutti gli effetti, viene inframmezzata da interviste con personaggi reali come Elon Musk, lo scrittore Andy Weir, il fisico deGrasse Tyson e altri. Uno show emozionante, da non perdere assolutamente per gli appassionati di esplorazione spaziale.