QR code per la pagina originale

Tesla Model 3, niente sospensioni pneumatiche

Elon Musk ha fatto sapere che non c'è più alcun progetto di portare le sospensioni pneumatiche sulle Tesla Model 3.

,

Elon Musk aveva in passato affermato che le Tesla Model 3 avrebbero avuto in futuro la possibilità di montare come optional le sospensioni pneumatiche, una piccola chicca tecnica oggi riservata solo alle Model S e alle Model X. Chi stava aspettando questo optional per comprare la “piccola” auto elettrica americana dovrà mettersi l’anima in pace: le sospensioni pneumatiche non arriveranno più. Ed è lo stesso Elon Musk a comunicare che non c’è più alcun progetto di introdurre le sospensioni pneumatiche sulle Model 3.

La notizia, in realtà, non stupisce troppo. Sebbene nel 2017 Musk evidenziò che questo optional sarebbe stato introdotto più avanti, i problemi di produzione della Model 3 che Tesla ha dovuto affrontare sono ben noti a tutti. Lecito quindi ipotizzare che la società non abbia ad oggi intenzione di creare ulteriori complicazioni nella catena di montaggio della Model 3 per aumentare più facilmente il rimo di produzione. Inoltre, dietro a questa decisione ci potrebbe essere anche una scelta di marketing e cioè l’idea di voler differenziare ulteriormente le Model S e Model X dalle Model 3.

Come noto, la Model 3 sta cannibalizzando le vendite delle versioni premium di Tesla e questa scelta potrebbe essere un modo per mantenere l’esclusività delle Model S e Model X. Sicuramente un peccato visto che le sospensioni pneumatiche portano grandi vantaggi alle Tesla e non sono in termini di stabilità e di comodità.

Le sospensioni pneumatiche delle Tesla dispongono di alcune funzionalità smart. Per esempio, gli utenti, dal touch screen della loro auto, possono facilmente variare l’altezza da terra del veicolo. Inoltre, sfruttando il GPS, le auto si ricorderanno le modifiche dell’altezza da terra impostate dagli utenti per applicarle automaticamente ogni volta che giungeranno nella medesima zona.