QR code per la pagina originale

WhatsApp, su iPhone non si cancellano i contenuti

La funzione Elimina per tutti di WhatsApp su iPhone ha un bug, non cancellerebbe i media inviati.

,

Si chiama “Elimina per tutti” ed è la funzione di WhatsApp molto utilizzata per cancellare i messaggi che gli utenti magari inviano per errore. Alcuni li cancellano magari perché sbagliano chat e la funzione serve per eliminare sia i messaggi di testo che le foto e i video. Questa è stata introdotta circa due anni fa e fu al tempo molto richiesta dagli utenti.

Gli utenti WhatsApp pensavano quindi che eliminando un contenuto di qualsiasi genere, questo sarebbe stato cancellato definitivamente, per nasconderlo sostanzialmente al destinatario. Purtroppo non è così, almeno su iPhone. Il ricercatore informatico Shitesh Sachan ha infatti portato alla luce un bug WhatsApp sui prodotti Apple, scoprendo dapprima che alcuni messaggi non venivano del tutto cancellati, anche usando appunto la funzione Elimina per tutti.

Dopo vari esperimenti, Sachan ha scoperto che se l’utente cancella una foto o un video questo in realtà si salva nella memoria dell’iPhone. Perché accade questo? Il motivo è che sulla versione WhatsApp di iPhone si possono salvare in automatico i contenuti multimediali nella Galleria, anche se il messaggio non è stato visto ed eliminato. Quindi il contenuto viene sì cancellato su WhatsApp, ma non nella Galleria. Il ricercatore ha informato WhatsApp del problema, ricevendo questa risposta:

La funzionalità ‘Elimina per tutti’ ha lo scopo di eliminare il messaggio e non vi è alcuna garanzia che i media (o il messaggio) verranno eliminati in modo permanente. La funzionalità si concentra solo sulla presenza del messaggio in WhatsApp.

Questo problema non esiste sui telefoni Android, ma si crea quando uno dei due utenti ha un telefono Apple. Significa che se si invia un’immagine a un contatto che ha un’iPhone e la cancella, il possessore del dispositivo Apple può comunque vederla, perché presente nella sua Galleria. A quanto pare anche Telegram soffre dello stesso problema, anche se gli sviluppatori hanno già rilasciato un aggiornamento che corregge il bug.