QR code per la pagina originale

Nextdoor: come funzionano i gruppi

I membri di un quartiere Nextdoor possono creare un gruppo sia pubblico che privato con persone che condividono gli stessi interessi.

,

Su Nextdoor è possibile creare gruppi sia pubblici che privati. L’app di quartiere che permette di conoscere in sicurezza i vicini di casa consente quindi di creare un gruppo proprio all’interno di un quartiere per i propri vicini che condividono gli stessi interessi. Ai gruppi ovviamente ci si può iscrivere, abbandonarli o nominare dei moderatori. Ci sono alcune differenze tra gruppi pubblici e privati.

I gruppi pubblici sono innanzitutto aperti a chiunque nel quartiere. Consentono a tutti i vicini di iscriversi al gruppo fin da subito, senza dover aspettare l’approvazione di qualcuno. Inoltre tutti i vicini possono leggere i messaggi di un gruppo del genere, anche se non hanno aderito. Infine hanno una lista di membri pubblica, quindi chiunque può sapere chi è iscritto.

I gruppi privati invece sono limitati alle persone che aggiunge o approva un moderatore. Solo i membri del gruppo possono vedere i messaggi e la lista dei membri che hanno aderito è privata. Creare un gruppo è molto semplice, ma per ora è possibile farlo solo da web, la funzione non è disponibile sulle app per Android e iOS. Per creare un gruppo basta visitare questa pagina, cliccare “Crea gruppo” nell’angolo in alto a destra. Poi bisogna inserire il nome del gruppo e una descrizione. Infine c’è la scelta per renderlo Pubblico o Privato, poi basta cliccare su “Crea gruppo”.

Inoltre Nextdoor sta testando anche in Italia i cosiddetti nuovi Gruppi, che introducono nuove funzionalità. Ad esempio hanno confini più ampi, all’interno dei quali poter invitare i vicini di altri quartieri nelle vicinanze, per creare un gruppo che comprenda più quartieri.

Ci sono poi strumenti di invito più semplici, per far crescere più facilmente il proprio gruppo. Si possono invitare i vicini via e-mail o invitare persone che non sono ancora su Nextdoor.