QR code per la pagina originale

Qualcomm annuncia il modem Snapdragon X60 5G

Qualcomm ha annunciato il modem Snapdragon X60 5G che raggiunge i 7,5 Gbps in download sfruttando tutte le bande di frequenza sub-6GHz e mmWave.

,

Qualcomm ha annunciato il modem 5G di terza generazione. Dopo gli Snapdragon X50 e X55 arriva lo Snapdragon X60, il primo al mondo che supporta l’aggregazione dello spettro attraverso tutte le bande di frequenza 5G.

Lo Snapdragon X60 5G eredita tutte le specifiche delle precedenti generazioni, alle quali se ne aggiungono altre cinque. Innanzitutto il modem è stati realizzato con tecnologia di processo a 5 nanometri (Snapdragon X50 e X55 sono rispettivamente a 10 e 7 nanometri). Oltre alle frequenze sub-6GHz e mmWave sono supportati l’aggregazione dello spettro mmWave/sub-6GHz e delle portanti sub-6GHz FDD e TDD. Non manca il DSS (Dynamic Spectrum Sharing) che permette di condividere le frequenze tra 5G e LTE.

Tutte queste novità consentono agli operatori telefonici di massimizzare l’uso dello spettro per combinare capacità e copertura. Lo Snapdragon X60 5G può offrire velocità massime di 7,5 Gbps in download e 3 Gbps in upload. Analogamente allo Snapdragon X55 sono supportate le reti NSA (Not StandAlone) e SA (StandAlone). L’utilizzo di un migliore processo produttivo ha portato importanti benefici per l’efficienza energetica.

L’ultima novità è rappresentata dal supporto Voice-over-NR, ovvero l’equivalente 5G dell’attuale VoLTE. Nel modem è presente anche il nuovo modulo antenna mmWave QTM535. Le dimensioni inferiori rispetto al precedente QTM525 permetterà di realizzare smartphone più sottili. I primi modem Snapdragon X60 5G verranno prodotti entro il primo trimestre 2020. Per vederlo all’interno degli smartphone si dovrà attendere l’inizio del 2021. Qualcomm ha infine annunciato il nuovo filtro ultraSAW che isola i segnali radio ricevuti e trasmetti dallo smartphone nell’intervallo di frequenze 0,6-2,7 GHz.

Aggiornamento: secondo Reuters, alcuni lotti dello Snapdragon X60 5G verranno prodotti nelle fabbriche di Samsung. L’azienda coreana ha infatti ottenuto un contratto da Qualcomm per i chip a 5 nanometri.

Video:Snapdragon 8cx