QR code per la pagina originale

Zuckerberg si fa asciugare l’ascella dal suo staff

Un gossip non confermato travolge Facebook, Mark Zuckerberg si farebbe asciugare le ascelle dal suo staff: sul caso interviene Jack Dorsey di Twitter.

,

Una semplice notizia di gossip si potrebbe trasformare in un boomerang per Facebook e il suo creatore Mark Zuckerberg, data la polemica che si è accesa sui principali social network. Il nodo della questione è a dir poco insolito, per non dire surreale: secondo quanto riportato da alcune fonti non confermate, l’inventore di Facebook disporrebbe di personale chiamato appositamente per asciugargli le ascelle prima di ogni intervento pubblico. Sulla questione, però, i rappresentanti del social network esprimono un più che comprensibile scetticismo.

La singolare notizia è rimbalzata su un account social all’altro negli ultimi due giorni, con la pubblicazione di alcuni estratti del nuovo libro di Steven Levy, “Facebook: The Inside Story”. Secondo quanto riferito, Mark Zuckerberg potrebbe contare sull’aiuto di alcuni dipendenti del gruppo di comunicazione di Facebook, pronti a tamponargli le ascelle prima degli interventi pubblici, affinché il look del CEO sia sempre impeccabile e privo di aloni.

L’aggiornamento non avrebbe alcuna rilevanza, soprattutto su testate di tipo tecnologico, se non fosse per una polemica rapidamente scaturita in Rete, tale anche da coinvolgere alcuni big del settore informatico. Tra questi Jack Dorsey, il fondatore di Twitter, il quale ha voluto ironicamente commentare il gossip in questione:

Non mi faccio asciugare le ascelle, ma sarei lieto di fornire questo servizio al nostro team di comunicazione se necessario.

BusinessInsider ha voluto indagare sulla questione, chiedendo un parere a un portavoce di Facebook. La notizia pare abbia colto di sorpresa la stessa azienda, tutt’altro che a conoscenza di una simile eventualità:

Dubito sia vero. Se dovesse esserlo, ritengo sia stata una richiesta del nostro team di comunicazione: credo sia comprensibile per tutti coloro che hanno indossato almeno una volta una T-shirt grigia.

Video:Chef Barbieri e Learning360 Award Pasquale Ruju