QR code per la pagina originale

Acronis: soluzioni per la sicurezza del telelavoro

Il telelavoro sta acquistando sempre più importanza, sopratutto in questo periodo, per questo Acronis propone delle soluzioni per la sicurezza informatica.

,

Con l’allarme globale scatenato dall’epidemia di coronavirus, molti paesi hanno iniziato a scoprire l’importanza del telelavoro, del lavoro a distanza. Detto questo, non è un qualcosa che si più affrontare alla leggera e la sicurezza bisogna sempre tenerla in considerazione, per questo Acronis propone delle soluzioni efficienti e funzionali.

La Cina, per esempio, per tradizione non vede di buon occhio il telelavoro. L’attuale situazione gli ha però imposto delle alternative e infatti molti strumenti di collaborazione da remoto hanno visto un aumento degli utilizzi, come Zoom che in appena un giorno ha visto un aumento dei download del 15%. Andando però oltre a questa situazione di emergenza, il mercato globale della sincronizzazione e condivisione dei file aziendali dovrebbe raggiungere un valore di oltre 24 miliardi di dollari entro il 2017. Nel 2018 il volume di affari era di 3,4 miliardi.

Il telelavoro richiede obbligatoriamente dei sistemi per la sincronizzazione e condivisione dei file, una tecnologia che permette a chi lavora da remoto di prendere a archiviare i documenti da qualsiasi dispositivo. Per farlo serve comunque affidabilità, anche dal punto di vista della sicurezza. Molti dei file trasmessi potrebbero contenere dati sensibili e i dispositivi di endpoint risultano essere dei facili bersagli. Per questo motivo è indispensabile affidarsi a soluzioni in grado di offrire anche la sicurezza di quest’ultimi.

Acronis ne propone due. Acronis Cyber Files Cloud, che è una soluzione di sincronizzazione e condivisione dei file sicura che include crittografia end-to-end, controlli utente e sequenze cronologiche di informazioni, e Acronis Cyber Files Advanced, ovvero una soluzione di condivisione dei file il cui scopo è rendere gli utenti più produttivi e offrire al tempo stesso all’IT il controllo completo sui contenuti per garantire sicurezza, mantenere la conformità e abilitare la politica aziendale BYOD.