QR code per la pagina originale

WINDTRE dona un milione di euro alla Croce Rossa

Anche WINDTRE, come altre grosse compagnie sul territorio, hanno fatto una ingente donazione a un ente per aiutare nella lotta al coronavirus.

,

WINDTRE, brand unico nato ufficializzato di recente dopo l’unione tra Wind e Tre Italia, ha recentemente partecipato alla gara di solidarietà mostrata già in precedenza da un gran numero di società, sia grosse che piccole. L’azienda guidata dal CEO Jeffrey Hedberg ha donato ben un milione di euro alla Croce Rossa Italiana, uno sforzo enorme mirato verso un ente impegnato attivamente nella lotta contro il coronavirus dietro a questa pandemia, il SARS-CoV-2.

Nello specifico, la società italiana che fa parte del gruppo CK Hutchison Holdings, ha appena donato questa grossa somma di denaro il cui scopo è potenziare la capacità di accoglienza e trattamento di diversi poli ospedalieri, l’ospedale ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, il Policlinico di Milano e il Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma. Non solo, il milione di euro servirà anche per garantire tutte quelle attività di supporto che la Croce Rossa Italiana mette in piedi nei confronti dell’intera popolazione, un altro modo per combattere in prima linea durante questa emergenza. La donazione di WINDTRE però non si limita a questo.

All’ente interessato arriveranno anche i fondi raccolti dal personale stesso del colosso delle telecomunicazioni, un’iniziativa partita dalla dirigenza e accolta con favore proprio dai dipendenti. Ultimo punto importante da sottolineare di questa gara di solidarietà, è l’impegno di WINDTRE di fornire ai molti pazienti ricoverati in isolamento smartphone e tablet dotati di connettività così da poter passare con un po’ più di comodità giorni difficile, e anche diversi presidi ospedalieri, oggetti fondamentali allo stato attuale delle cose. Un impegno che si unisce a quello portato avanti da molte altre società che hanno donato, per esempio, una grossa quantità di mascherine.