QR code per la pagina originale

Tinder introdurrà le videochiamate nel 2020

Match, la società madre di Tinder, ha annunciato l'arrivo delle videochiamate nella fortunata app di incontri entro la fine del 2020.

,

Tinder, la fortunata app per incontri che ha avuto il merito di trasformare in un successo il sistema degli swipe, ha in programma di introdurre le videochiamate one-on-one entro la fine dell’anno.

La società madre di Tinder, il gruppo Match, ha annunciato la novità nell’ultima comunicazione ai suoi investitori, senza però fornire ulteriori dettagli su come verrà implementato nell’app il sistema di videochiamate, né se è prevista una prima fase di test ancora da svolgere o se la novità arriverà gradualmente Paese per Paese.

Negli ultimi due mesi le videochiamate sono diventate parte integrante della nostra quotidianità ed è lecito immaginare che anche quando, prima o poi, la situazione tornerà alla normalità quest’abitudine non andrà a morire. E anche il mondo delle app per incontri proverà ad adeguarsi a questa nuova normalità.

Come si inseriranno le videochiamate in Tinder? Oggi il funzionamento dell’app è molto semplice quanto noto: con uno swipe verso destra si filtrano i profili ritenuti interessanti e, in caso di match, si può iniziare a conversare. Tinder non andrà sicuramente a stravolgere questa semplicità di utilizzo, ma molto probabilmente fornirà agli utenti la possibilità di connettersi in videochiamata dopo il match.

Se da un lato le videochiamate saranno un ottimo strumento per contrastare i profili falsi e chi si spaccia per qualcuno che non è utilizzando foto di altri, dall’altro lato aprirà ad una serie di nuovi abusi finora esclusi dalla piattaforma. Alle immagini vietate che proliferano su Tinder, e che spesso vengono inviate senza venir richieste in quella che è a tutti gli effetti una forma di abuso, potrebbero affiancarsi anche videochiamate moleste. E anche questo è un problema da risolvere prima di un rollout globale della novità.