QR code per la pagina originale

iPhone: come evitare di essere tracciati da Apple e altri

È possibile disabilitare il tracciamento con cui iOS e altre aziende registrano le nostre abitudini quando usiamo l’iPhone: ecco come si fa

,

Se pensate che Apple sia garanzia di maggiore sicurezza e privacy rispetto ad Android e che utilizzando un iPhone nessuno sappia niente di voi, vi state sbagliando di grosso. Lo smartphone della Mela ha effettivamente un sistema maggiormente “chiuso” e che dà per certi aspetti maggiori garanzie, ma anche tramite iOS vengono raccolti i dati degli utenti, da Apple stessa ma anche da terze parti.

La società con sede a Cupertino, avendo una propria piattaforma di advertising, raccoglie dati per realizzare i cosiddetti “segmenti”. I segmenti vengono creati quando circa 5.000 utenti, a detta di Apple, corrispondono a precisi criteri e quindi compongono un target pubblicitario al quale inviare messaggi simili in base agli interessi comuni. A questo punto, la scelta spetta a voi, perché se volete continuare a visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le vostre esigenze, non vi conviene toccare nulla. Se, al contrario, non volete che né Apple né terzi debbano conoscere le vostre abitudini, è meglio agire su alcune impostazioni.

iPhone: bloccare il tracciamento di Apple

Per evitare che essere tracciati da Apple quando usate il vosto iPhone, dovete aprire le Impostazioni poi seguire il percorso Privacy > Localizzazione > Servizi di localizzazione e a questo punto togliere il segno di selezione da Apple Ad da posizione. In questo modo, direte addio alle pubblicità basate sulla vostra localizzazione geografica, ma se volete bloccare tutte le pubblicità “targettizzate” di Apple il percorso da seguire è Impostazioni > Privacy > Pubblicità. Da qui selezionate Limita raccolta dati e poi, siccome ad ogni utente Apple corrisponde un ID pubblicitario, resettatelo seguendo il percorso Impostazioni > Privacy > Pubblicità e scegliendo Ripristina ID pubblicitario. In questo modo, l’ID viene resettato e la raccolta dati riparte da zero su un nuovo codice. Quest’ultima operazione andrebbe ripetuta periodicamente.

iPhone: bloccare il tracciamento di terzi

Oltre ai dati raccolti da Apple per le pubblicità personalizzate, ci sono però anche quelli di app di terze parti e navigazione sul Web tramite il browser Safari. Per bloccare anche la raccolta dei dati di navigazione, dovete seguire il percorso Impostazioni > Safari e selezionare Impedisci il monitoraggio tra siti web e Blocca il tracciamento cross-site. Per i dati delle app invece, andate in Impostazioni > Privacy e selezionate la categoria di dati da bloccare, tenendo conto che in ciascuna categoria è riportato l’elenco delle relative app.