Spotify rimuove il limite dei 10mila brani

Spotify ascolta la lamentele degli utenti e decide di rimuovere il limite dei 10mila brani da salvare nella propria collezione sulla piattaforma.

Parliamo di

C’è voluto fin troppo tempo, ma alla fine Spotify ha deciso di accontentare le numerose richieste degli utenti: da oggi è stato finalmente rimosso il limite dei 10mila brani che gli utenti potevano aggiungere alla propria libreria musicale.

Era già assurdo di per sé: di fronte ad un catalogo di oltre 50 milioni di brani, perché costringere gli utenti a scegliere fino a 10mila brani da avere sempre a portata di mano nella propria collezione?

Questo limite era tra le cose che più lamentavano gli utenti Premium della piattaforma, decisi a pagare un abbonamento mensile nella speranza che le loro richieste venissero ascoltate.

Il limite è finalmente stato rimosso e da oggi tutti gli utenti di Spotify possono aggiungere alla propria collezione, accessibile tramite l’apposito tab su Spotify, tutti i brani che desiderano, senza alcun limite.

Resta, invece, il limite dei 10mila brani per le playlist e per i brani che gli utenti possono scaricare su 5 dispostivi per l’ascolto offline, funzionalità ovviamente riservata agli utenti Premium.

Ti potrebbe interessare