QR code per la pagina originale

Ecco Keen, la risposta di Google a Pinterest

Google rivela un'app, chiamata Keen, che è essenzialmente la sua risposta alla nota Pinterest.

,

L’ultimo esperimento uscito dall’Area 120 di Google ricorda moltissimo Pinterest. La nuova app web e Android, Keen, incoraggia gli utenti a creare – appunto – un “Keen” (essenzialmente una bacheca di Pinterest) su qualsiasi argomento desiderino.

Gli utenti possono aggiungere link, foto e altri elementi, invitare amici a collaborare e seguire i “Keen” che ritengono interessanti. Dietro le quinte, Google utilizzerà il suo machine learning per suggerire contenuti correlati. Il cofondatore CJ Adams ha scritto in un post sul blog:

Keen ti consente di curare i contenuti che ami, trovarne di nuovi in base a ciò che hai salvato e condividere la tua raccolta con gli altri.

Proprio come Pinterest, si presume che l’app abbia lo scopo di aiutare le persone a scoprire nuovi interessi o hobby e a uccidere i momenti morti della giornata. Le somiglianze con Pinterest, effettivamente, sono eclatanti, ma non è del tutto sorprendente. Ogni tanto arriva, infatti, una nuova copia di Pinterest. Proprio di recente è emersa la notizia secondo cui Facebook starebbe testando modi per rendere le raccolte più facili da condividere. Google ha introdotto le proprie Collezioni condivisibili all’inizio di quest’anno e anche Instagram le possiede. Keen, perlomeno, ha un nome originale, ma a questo punto si spera che non sia la sua unica caratteristica distintiva.

A proposito di BigG, adesso è possibile utilizzare la versione beta dello Shared Piano di Music Lab: ecco quindi come suonare il piano con gli amici su Google Chrome, per divertirsi in compagnia e avvicinarsi in modo spensierato e immediato alla musica.