QR code per la pagina originale

TikTok fa causa all’amministrazione Trump

ByteDance, il colosso cinese proprietario di TikTok, ha deciso di fare causa all'amministrazione Trump per l'ordine esecutivo firmato il 14 agosto.

,

Non solo Epic Games contro Apple e Google. Nell’estate 2020, in piena pandemia di COVID-19, c’è un’altra azienda tech che ha deciso di sfidare un gigante: è TikTok, pronta a portare avanti la sua battaglia contro l’amministrazione Trump che poche settimane fa ha firmato un ordine esecutivo per spingere la società a vendere entro 45 giorni la parte statunitense della sua attività.

ByteDance, il colosso cinese proprietario di TikTok, sarebbe ad un passo dal presentare una causa contro l’amministrazione Trump. La voce circolava ormai da qualche settimana, ma ora sembra che la mossa di ByteDance sia imminente. Josh Gartner, portavoce di TikTok, ha confermato l’intenzione a The Verge:

Anche se siamo in totale disaccordo con le preoccupazioni dell’amministrazione Trump, per quasi un anno abbiamo cercato in buona fede di trovare una soluzione costruttiva. Ci siamo trovati davanti la mancanza di un giusto processo visto che l’amministrazione non ha prestato alcuna attenzione ai fatti ed ha tentato di inserirsi nelle trattative tra due aziende private.

Di aziende interessate ad acquisire la parte statunitense di TikTok che ne sono – o ce ne sono state – diverse, a partire da Microsoft. Anche Twitter e Oracle avrebbero avviato delle discussioni preliminari con TikTok, ma ad oggi non è chiaro a che punto siano queste trattative, ad eccezione di quelle con Microsoft che dovrebbero chiudersi entro il 15 settembre prossimo.