QR code per la pagina originale

Pokémon GO torna all’era pre-COVID, ma in parte

Alcune modifiche apportate a Pokémon GO per renderlo giocabile durante il lockdown scompariranno a partire dal 1 ottobre: ecco quali.

,

Con la diffusione della pandemia da nuovo coronavirus, la scorsa primavera Pokémon GO ha introdotto una serie di modifiche per facilitare il gioco agli utenti. Adesso Niantic ha annunciato che, sebbene alcuni dei bonus temporanei rimarranno attivi, molti di essi scompariranno a partire dal 1 ottobre. L’obiettivo è quello di tornare all’era pre-COVID, o almeno di provarci.

Ad aprile il titolo ha aggiunto una funzione che permetteva agli allenatori di raccogliere pacchi amicizia dai Pokéstop senza uscire di casa, ma adesso sarà possibile farlo solo spostandosi. Durante il periodo di isolamento, inoltre, la distanza per la schiusa delle Uova era stata dimezzata, ma ora tornerà alla normalità; infine, l’Aroma (che attira di mostriciattoli tascabili) avrà una maggiore efficacia soltanto mentre si cammina.

I creatori di Pokémon GO avevano ideato un titolo per incoraggiare l’attività e il movimento e adesso, con le restrizioni allentate in molte zone del mondo, hanno intenzione di tornare alla normalità. Tuttavia, alcune modifiche pensate per l’era COVID rimarranno attive anche dopo il 1 ottobre. Per essere precisi:

  • Il numero massimo di pacchi amicizia che potranno essere salvati nell’inventario rimarrà 20.
  • La Polvere di Stelle e i Punti Esperienza ricevuti per il primo Pokémon catturato della giornata rimarranno triplicati.
  • La durata dell’Aroma rimarrà di 60 minuti.

L’aspetto interessante è che gli sviluppatori si stanno affidando molto al feedback degli utenti, quindi cercheranno sempre di andare incontro alle loro esigenze per apportare le modifiche più consone al titolo. Bisognerà attendere per scoprire se i cambiamenti saranno accolti positivamente dai giocatori, che ormai si erano abituati a questa nuova “normalità”.

Video:Assassin’s Creed Odyssey