Elon Musk promuove Signal come alternativa a Whatsapp

Elon Musk invita gli utenti ad usare Signal al posto di Whatsapp e il CEO di Twitter Jack Dorsey gli dà manforte.

Elon Musk, l’uomo più ricco del Mondo dopo Jeff Bezos, è stato in grado di mandare temporaneamente in crash i sistemi di registrazione di Signal, l’applicazione di messaggistica istantanea nota ai più perchè assicura ai suoi utilizzatori chat e chiamate audio-video crittografate, al punto da esser stata scelta dalla Commissione Europea per le comunicazioni interne.

Il motivo? Ha invitato i suoi seguaci su Twitter ad utilizzare Signal come alternativa a Whatsapp. Il servizio di messaggistica istantanea di Facebook è finito al centro delle discussioni degli utenti di Twitter per i nuovi TOS che gli utilizzatori del servizio sono costretti ad accettare se vogliono continuare ad utilizzare la popolare applicazione.

Sono bastate due parole di Elon Musk, secche e senza alcun dettaglio aggiuntivo: “Use Signal“, usate Signal. Il CEO di Tesla è da tempo fortemente critico di Facebook e di tutto ciò che a Facebook è legato, incluso il suo fondatore Mark Zuckerberg, e a quelle due parole non era davvero necessario aggiungere altro. Non usate Whatsapp, ma passate a Signal.

Quel tweet ha ricevuto anche il supporto del CEO di Twitter Jack Dorsey, che ha retwittato le parole di Elon Musk. Pochi minuti dopo l’account ufficiale di Signal su Twitter si è visto costretto ad annunciare che, a causa del boom di iscrizioni – o di tentate iscrizioni – il sistema che invia i codici di verifica è andato temporaneamente in tilt:

I codici di verifica sono ritardati da diversi provider perché troppe persone stanno provando ad iscriversi a Signal in questo momento. Stiamo lavorando coi provider per risolvere il problema il più velocemente possibile.

Signal, promosso a più riprese in passato anche da Edward Snowden, è disponibile gratuitamente per iOS e Android.

Ti potrebbe interessare