WhatsApp, in arrivo migrazione delle chat da iOS a Android

WhatsApp consentirà a breve di trasferire la cronologia delle chat da iPhone ad uno smartphone Android, e viceversa.

Parliamo di

WhatsApp continua ad aggiornarsi per restare al passo di una concorrenza che incalza sempre di più. Facebook Inc. ha infatti annunciato una nuova feature per la sua applicazione di messaggistica istantanea, che consente agli utenti di trasferire backup chat da iPhone ad Android, e viceversa.

WhatsApp in costante cambiamento

Grazie a questa nuova caratteristica, quindi, gli utenti potranno comodamente senza doversi rivolgere ad app di terze parti col rischio magari di essere bannati dal servizio. L’utilizzo di applicazioni non ufficiali per trasferire le chat da un dispositivo all’altro, infatti, può determinare la sospensione dell’account.

Secondo il sito WaBetaInfo, da sempre molto informato su tutto ciò che ruota attorno al mondo WhastApp su iOS, Android e Windows, la nuova funzione non ha ancora una data di rilascio, ma dovrebbe esordire comunque in tempi abbastanza brevi, considerando che dovrebbe essere ormai in una avanzata fase di sviluppo.

In attesa che questa nuova feature venga resa pubblica, WhatsApp si aggiorna in beta su Android con la versione 2.21.8.1, portando comunque un’ulteriore novità, già vista nella beta per iOS, ovverosia l’anteprima delle immagini visivamente più grande all’interno della chat. Una caratteristica molto utile, visto che permette agli utenti di poter vedere e capire il contenuto di un file in anticipo e senza, quindi, la necessità di aprirlo.

Un ulteriore strumento che rende più comodo l’uso dell’applicazione, come del resto la prossima implementazione dei messaggi che si autodistruggono in 24 ore, grazie alle quali sarà possibile sostenere conversazioni private delle quali non si vuole lasciare alcuna traccia.

Con la cancellazione dei messaggi nel giro di un giorno solare, nessuno potrà infatti eventualmente posare gli occhi su certi argomenti delicati. Trattandosi ancora di una funzione in fase di test, neanche di questa opzione è dato sapere quando sarà disponibile, ma anche in questo caso l’impressione è che dal quartiere generale di WhatsApp vogliano fare molto presto.

Ti potrebbe interessare