Amazon, 3.000 nuovi posti di lavoro in Italia nel 2021

La gamma dei profili ricercati da Amazon è ampia: alcune attività non richiedono qualifica, altre prevedono esperienza nei settori più avanzati.

Amazon ha annunciato che creerà 3.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato in Italia entro la fine dell’anno, portando la forza lavoro complessiva dell’azienda a oltre 12.500 dipendenti, dai 9.500 di fine 2020, in più di 50 sedi in tutta Italia. Con questo ulteriore impulso alle assunzioni, l’azienda è alla ricerca di personale per molte posizioni. Dal prelievo, imballaggio e spedizione delle merci, al marketing, al finance e alla ricerca sulle tecnologie del futuro.

La gamma dei profili ricercati è ampia: alcune attività non richiedono una qualifica formale, altre prevedono una vasta esperienza nei settori più avanzati della ricerca. Neolaureati e giovani professionisti possono candidarsi, ad esempio, per una delle numerose posizioni di brand specialist o account manager che supportano i produttori, i brand e le PMI italiane a migliorare le loro performance nel commercio online.

Amazon investe in Italia

“La crescita del digitale è una opportunità di ripartenza per il Paese e noi vogliamo dare il nostro contributo”, ha spiegato Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon.it e Amazon.es. “Investire nella digitalizzazione del Paese significa sostenere opportunità di crescita attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro, formazione abilitante per i nostri dipendenti, e opportunità di sviluppo per le Piccole e medie imprese italiane che utilizzano i nostri servizi per vendere i loro prodotti in Italia e all’estero”.

Quest’anno Amazon aprirà due centri di distribuzione a Novara e Cividate al Piano (BG), un centro di smistamento a Spilamberto (MO), oltre a 11 depositi di smistamento in Piemonte, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Umbria e Marche. L’azienda ha inoltre recentemente presentato anche l’European Innovation Lab a Vercelli, progettato per sviluppare e implementare nuove tecnologie per accrescere ulteriormente la sicurezza dei propri dipendenti e migliorarne costantemente l’esperienza lavorativa.

Lo scorso gennaio, Amazon ha ottenuto la certificazione Top Employer Italia, rilasciata ad Amazon per tutte le sue attività realizzate in Italia, comprese quelle legate al sito amazon.it, alle attività di magazzino, ai servizi cloud con Amazon Web Services, ecc, che certifica la qualità dell’ambiente di lavoro e delle politiche di risorse umane rivolte ai dipendenti Amazon in Italia.

Ti potrebbe interessare