Amazon, bannati oltre 600 brand cinesi in cinque mesi

Il colosso mondiale dell’e-commerce ha eliminato dal suo sito molti marchi cinesi per aver violato le politiche sulle recensioni.

Amazon continua l’opera di repulist all’interno del suo immenso store nel tentativo di “liberarla” da quelle aziende che accusa di aver violato le politiche dell’e-commerce. Così, dopo aver bannato alcuni dei brand divenuti più popolari grazie proprio alla loro presenza sul sito del gigante del commercio elettronico, come per esempio Aukey, Mpow e RavPower, adesso è il turno di altri marchi cinesi. Secondo quanto rivelato dalla stessa azienda a The Verge e al South China Morning Post, sarebbero ben 600 i brand rimossi negli ultimi cinque mesi.

Amazon: guerra a chi compra review

Secondo quanto dichiarato da Amazon, le società cinesi sarebbero state bannate in particolare per aver violato le regole, istituite nel 2016, che vietano di ottenere recensioni positive in cambio di incentivi economici o sotto forma di regali (inviati a utenti scontenti per il prodotto acquistato). Gli oltre 3.000 venditori che vendevano il materiale branderizzato incriminato, fino a oggi avevano aggirato la “legge” sfruttando delle formule particolari, ovverosia mascherando i compensi con programmi per testare prodotti, o pseudo offerte di garanzia prolungata su un oggetto acquistato da loro.

“Amazon lavora duramente per costruire una grande esperienza d’acquisto in modo che gli utenti possano comprare in sicurezza e i venditori abbiano le opportunità necessarie per ampliare il proprio business”.

E’ quanto si legge in una nota pubblicata dal colosso del commercio elettronico, che poi continua: “Gli utenti contano sull’accuratezza delle recensioni dei prodotti per fare acquisti informati, e noi abbiamo regole precise che valgono sia per chi recensisce, sia per i venditori, che proibiscono di abusare delle opzioni che offriamo alla nostra community. Sospendiamo, banniamo e prendiamo azioni legali contro chi non rispetta queste politiche, ovunque si trovi nel mondo”. Ne sa qualcosa, come scritto in precedenza, l’azienda Aukey, che con i suoi caricabatterie, cavi, cuffie, powerbank e cash cam è stato per anni uno dei marchi più attivi sul sito.

Ti potrebbe interessare