Arriva Ocean Plastic Mouse di Microsoft, il mouse ecologico

Disponibile in Italia il nuovo mouse Bluetooth di Microsoft, compatibile con W11 e costituito al 20% da plastiche riciclate recuperate dagli oceani.

Dopo l’annuncio dello scorso 22 settembre, è da oggi disponibile sul mercato italiano Ocean Plastic Mouse, il mouse Bluetooth compatibile con Windows 11 Home/Pro e Windows 10/8, il cui guscio è costituito al 20% da plastiche riciclate recuperate dagli oceani, che costituisce una svolta nella tecnologia dei materiali, e un piccolo passo avanti nel viaggio verso la sostenibilità già intrapreso in questi anni da Microsoft. Con prodotti come questo, infatti, il colosso di Redmond consolida l’impegno preso nei confronti dell’ambiente e la sua attenzione alla riduzione delle emissioni, alla valorizzazione della biodiversità, alla tutela di risorse come l’acqua e alla lotta agli sprechi. Ocean Plastic Mouse è disponibile sul Microsoft Store al prezzo di 27,99 euro.

Un mouse in legno e fibre naturali

Ocean Plastic Mouse è costituito in parte da rifiuti di plastica recuperati dalle acque che vengono poi puliti e trasformati in granuli di resina di plastica riciclabile. Questi granuli riciclati vengono mescolati durante il processo di sviluppo dei materiali che produrranno il guscio del mouse. In più, il packaging utilizzato per il nuovo Ocean Plastic Mouse è privo di plastica ed è stato realizzato con legno riciclabile e fibre naturali di canna da zucchero.

Come anticipato nell’introduzione, prodotti come questo confermano l’impegno di Microsoft per la salvaguardia dell’ambiente, in relazione al suo piano per ridurre l’impatto ambientale e aiutare i propri clienti a essere più sostenibili contribuendo a diminuire le loro emissioni, con l’obiettivo di sostenere le politiche climatiche globali e accelerare l’innovazione con nuovi investimenti. In particolare:

  • entro il 2030 Microsoft diventerà Carbon Negative, ovvero sarà in grado non solo di azzerare le proprie emissioni ma anche di rimuovere quelle già esistenti;
  • entro il 2050 Microsoft si attiverà inoltre per eliminare dall’atmosfera le sue emissioni “storiche”, ovvero la somma delle emissioni generate dall’azienda a partire dall’anno della sua fondazione, il 1975.
  • Infine, l’azienda di Redmond ha annunciato un fondo di 1 miliardo di dollari da investire in innovazione e tecnologie volte a promuovere la sostenibilità ambientale e a combattere il cambiamento climatico.
Ti potrebbe interessare