La Corea del Sud investe sulla realtà virtuale del metaverso

Il Governo asiatico ha creato una sorta di team di aziende sotto l’egida del MSIT, per lanciare un grande progetto nazionale legato al metaverso.

Ieri vi abbiamo riportato la notizia secondo la quale Seul mira a diventare entro il 2023 la prima città al mondo a fornire una serie di servizi legati alla Pubblica Amministrazione (e non solo) attraverso il metaverso. In realtà è un po’ tutto il Paese asiatico che punta molto su questa nuova frontiera della connettività e della tecnologia in generale. La Corea del Sud ha infatti stipulato in queste ultime settimane una serie di alleanze tra i leader del settore tecnologico del Paese per impegnarsi nella corsa alla legata al metaverso. Il ruolo del gruppo, che unirà pubblico e privati, sarà quello di definire una piattaforma nazionale aperta a tutti coloro che desiderano fornire servizi virtuali con il 5G, che gioca un ruolo chiave.

Il metaverso sarà il prossimo passo nell’evoluzione di Internet

La collaborazione è destinata quindi a dare vigore allo sviluppo della scienza del metaverso, in una Nazione dove quest’ultimo viene ritenuto un aspetto fondamentale per il futuro della tecnologia, dei media e delle telecomunicazioni, e quindi nella crescita dell’area. Il metaverso si riferisce a uno spazio condiviso nella realtà virtuale dove gli utenti potranno interagire tra loro attraverso avatar digitali, e quindi condividere tra le altre cose social media, intrattenimento, shopping e molto altro. Gli utenti del metaverso sudcoreano potranno scegliere tra “un’ampia varietà di avatar virtuali” che saranno personalizzabili con “800 diversi oggetti virtuali tra cui costumi, acconciature e così via“.

Gli avatar saranno in grado di mostrare i propri sentimenti con 66 diverse espressioni emotive per impegnarsi in una ricca comunicazione con gli altri. Metaverse è strettamente intrecciato con gli entusiasmanti e rapidi sviluppi in atto nei campi dell’intelligenza artificiale, della realtà virtuale (VR), della realtà aumentata (AR), del cloud computing e del 5G.

Secondo il Ministero della Scienza e dell’ICT, la nuova “alleanza” è composta da un totale di 17 società, inclusi attori importanti come il gigante del web indigeno coreano Naver, SK Telecom Co e Hyundai Motor Co. Ci sono anche otto gruppi industriali che partecipano nell’alleanza come Korea Mobile Internet Business Association. Il team di aziende formerà un gruppo consultivo per la risoluzione di questioni culturali ed etiche relative al mercato del metaverso, e intraprenderà anche lo sviluppo congiunto di progetti virtuali. Il tutto sotto l’egida del ministero, che fornirà supporto tecnico e logistico per capire come costruire, governare e stabilire la piattaforma metaverse aperta a beneficio della Corea del Sud.

Ti potrebbe interessare