Eurobarometro, gli italiani conoscono poco i loro diritti digitali

La Commissione Europea ha pubblicato i risultati di uno speciale Eurobarometro sugli strumenti digitali.

La Commissione Europea ha pubblicato i risultati di uno speciale Eurobarometro incentrato sugli strumenti digitali. L’indagine, che è stata condotta tra settembre e ottobre 2021 e ha coinvolto 26.530 partecipanti dei 27 Stati membri dell’UE, ha mostrato un forte interesse da parte dei cittadini europei verso internet e in generale nei confronti di una trasformazione digital che secondo la maggioranza degli intervistati, dovrebbe essere promossa ancora di più e meglio definita dall’Unione Europea.

Eurobarometro: italiani poco consci dei loro diritti

Oltre ad aver analizzato la percezione dei cittadini dell’UE riguardo al futuro degli strumenti digitali e di internet, l’indagine speciale Eurobarometro 2021 ha esaminato anche la previsione dell’impatto di internet e degli strumenti, dei servizi e dei prodotti digitali sulle loro vite da qui al 2030. Da questo punto di vista è emerso che gli italiani sono tra i meno consapevoli delle tutele di cui già dispongono. Se gran parte dei cittadini europei pensa che l’Unione europea tutto sommato tuteli i loro diritti digitali, in Italia solo il 39% sostiene di essere consapevole del fatto che tali diritti devono essere rispettati (e sono tutelati) anche online.

Il dato italiano risulta essere il terzo più basso dell’Unione dopo quello di Bulgaria (34%) e Romania (37%), mentre in UE la media si attesta in generale al 60%.

Dal 1973 le istituzioni europee commissionano sondaggi di opinione periodici in tutti gli Stati membri dell’UE: l’Eurobarometro. Nel 2007 il Parlamento europeo ha avviato la propria serie specifica di sondaggi Eurobarometro, che riguardano numerose tematiche e si concentrano sulla percezione e sulle aspettative delle cittadine e dei cittadini nei confronti degli interventi dell’Unione europea e delle principali sfide che quest’ultima si trova ad affrontare. Grazie a questo processo di lunga data, l’analisi dei risultati fornisce un quadro dettagliato delle tendenze e dell’evoluzione dell’opinione pubblica sulle questioni europee, sia a livello nazionale che a livello sociodemografico.

Ti potrebbe interessare