CES 2022: 70 dipendenti di aziende tech positivi al Covid-19

Almeno settanta dei partecipanti sudcoreani al tech show statunitense risultano positivi al coronavirus anche se in forma asintomatica.

Sarebbero circa settanta i dipendenti di aziende tech coreane risultati positivi al Covid-19 al CES 2022. E’ quanto riporta l’agenzia di stampa tedesca Reuters che scrive come venti di queste persone siano collaboratori di Samsung Electronics e circa sei di SK Group, capogruppo dell’azienda energetica SK Innovation e del produttore di chip SK Hynix.

CES 2022, molti i contagiati dal Covid nonostante le misure di sicurezza

Dal canto suo, Hyundai Heavy Industries ha affermato che sei dei suoi dipendenti che hanno partecipato al CES sono risultati positivi mentre si trovavano negli Stati Uniti e che sono stati messi in quarantena. Anche i dipendenti di Hyundai Motor e Hyundai Mobis che hanno partecipato al CES sono risultati positivi dopo essere tornati in Corea del Sud, ha riferito il quotidiano sudcoreano JoongAng Ilbo, citando una fonte del settore non identificata, senza specificare il numero esatto di casi. Nel 99% dei casi i contagiati sono risultati asintomatici o con sintomi lievi.

La Corea del Sud ha riportato 381 casi di infezioni contratte all’estero martedì, un record, secondo l’Agenzia coreana per il controllo e la prevenzione delle malattie, portando il numero giornaliero di infezioni in tutto il paese a 4.388. Son, funzionario del ministero della Salute, ha affermato che l’aumento delle infezioni contratte all’estero è dovuto principalmente alla diffusione della variante Omicron, sebbene il numero di partecipanti al CES risultati positivi al test abbia avuto qualche effetto.

Intanto le autorità sanitarie dello stato del Nevada hanno dichiarato che non è possibile additare la recente fiera della tecnologia come causa di tutti i casi segnalati in queste ore: “Molte delle persone contagiate hanno avuto una storia di viaggio recente piuttosto elaborata, hanno partecipato a eventi e hanno visitato più luoghi in cui potrebbero potenzialmente aver contratto l’infezione”. Di fatto, asseriscono negli USA, non ci sono “prove che colleghino la recente ondata di casi di Covid-19 al CES 2022“.

Ti potrebbe interessare