Ecco perché Instagram sta aumentando il limite di permanenza giornaliero

Secondo TechCrunch, Instagram ha modificato le opzioni per impostare il limite di tempo giornaliero da trascorrere sulla piattaforma.

Parliamo di

Qualche anno fa Instagram introdusse un nuovo strumento che permetteva a tutti gli utenti di misurare quanto tempo trascorrevano all’interno dell’app, con la possibilità di impostare dei limiti di tempo giornalieri. In pratica, l’utente poteva selezionare un minutaggio massimo entro cui restare connesso all’applicazione, scaduto il quale la piattaforma lo avvisava della cosa con una notifica. Ebbene, pare proprio che Instagram abbia deciso di modificare silenziosamente questa opzione, ce che non si può più impostare una durata minore giornaliera di 30 minuti sul social.

Instagram cambia il limite di permanenza giornaliero

Sull’app si può ancora impostare un promemoria che avvisa l’utente di aver raggiunto il limite di tempo scelto, una sorta di auto imposizione per non abusare di Instagram. Solo che adesso il limite di tempo giornaliero settabile minimo, come scritto prima, non può essere inferiore ai 30 minuti. Non solo, secondo quanto riportato da TechCrunch, alcuni utenti che avevano impostato un margine di presenza sul social di 10 minuti, ora vengono improvvisamente informati che questa opzione non è più disponibile. Insomma, sembra quasi un modo di forzare le persone a rimanere più tempo sul social.

Il motivo dietro questa decisione di Meta potrebbe essere dovuto al fatto che lo scorso trimestre gli utenti attivi giornalieri di Facebook sono diminuiti, mentre quelli su WhatsApp e Instagram sono rimasti gli stessi, quindi non sono aumentati. Questo è stato uno dei fattori che ha poi determinato delle forti perdite economiche.

Di conseguenza, secondo un report finanziario interno, l’azienda prevede una crescita dei ricavi più lenta quest’anno, anche a causa della maggiore concorrenza.  Aumentare pertanto il limite di tempo da far trascorrere gli utenti su Instagram potrebbe pertanto essere la mossa “giusta”, dal punto di vista di Menlo Park, per bilanciare le entrate. Più utenti passano del tempo sulla piattaforma a guardare i feed, più soldi incassa Meta attraverso la pubblicità in app che viene visualizzata dal pubblico.

instagram minori

Ti potrebbe interessare