Ucraina: ecco come fare per inviare aiuti dall’Italia

Donazioni e punti di raccolta per aiutare la popolazione ucraina dall’Italia inviando beni di prima necessità e denaro.

Con la guerra in corso tra Russia e Ucraina, più di 1,5 milioni di persone hanno lasciato le loro case, cercando rifugio ovunque sia possibile, spesso in condizioni di estremo disagio. Tantissimi sono bambini, esposti a fame, freddo e violenze. Durante le emergenze i più piccoli sono i più vulnerabili e indifesi, come purtroppo ampiamente dimostrato in Siria, Iraq, Yemen, Libia, Armenia e ora Ucraina. Grazie alle donazioni di tanti cittadini e l’opera di diverse organizzazioni nazionali e internazionali, è possibile contribuire per alleviare un po’ le sofferenze e portare i primi soccorsi, come cibo, acqua, cure e protezione, assicurando una risposta rapida e efficace alla crisi.

Ucraina, dalla “spesa amica” agli SMS: ecco come aiutare

Sono diverse le organizzazioni umanitarie che in queste ore stanno effettuando delle raccolte di beni di prima necessità e offerte in denaro da inviare alla popolazione ucraina. In diverse piazze italiane, anche enti locali, hanno organizzato dei punti dove chiunque può recarsi per portare abiti, coperte, strumenti e prodotti per il primo soccorso, e altri beni di prima necessità.

In alcune regioni italiane in molti supermercati si fa perfino la cosiddetta spesa “amica”, ovverosia si comprano tutta una serie di prodotti alimentari a lunga conservazione, specialmente latte, pannolini, assorbenti, carne in scatola, salse pronti e via discorrendo, da lasciare poi all’uscita ai gruppi di volontari autorizzati alla raccolta, stoccaggio e spedizione.

Inviare un SMS a Croce Rossa Italiana, UNHCR e UNICEF

Per chi invece vuole contribuire dal punto di vista prettamente economico, ci sono invece altre opzioni. Una di queste prevede l’invio  di un semplice SMS al numero 45525 che fa capo a  Croce Rossa Italiana, UNHCR e UNICEF. Ecco come funziona:

  • 2 euro al 45525 con SMS inviato da cellulare WINDTRE, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali;
  • 5 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile;
  • 5 e 10 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali.

I fondi raccolti dalle tre organizzazioni umanitarie verranno poi utilizzati per garantire alle famiglie e ai bambini dell’Ucraina immediate cure mediche, acqua potabile, supporto psicologico, coperte e tutto ciò che può essere utile per dare un po’ di conforto a coloro che soffrono.

La raccolta fondi di Save the Children

Se cercate altre forme di donazioni, c’è per esempio il canale dedicato creato da Save the Children. Seguendo questo link verrete trasportati direttamente sulla pagina del fondo emergenza Ucraina, dove seguendo le facili indicazioni potrete scegliere quanti euro donare. Lo potete fare con carta di credito, PayPal e altri metodi di pagamento digitali. In alternativa, come viene spiegato sul sito, potete usare un bollettino postale o un Bonifico Bancario.

Ricordatevi che potete farlo anche online attraverso il sito di Poste italiane o tramite la tua homebanking. Infine, segnaliamo anche l’iniziativa dell’associazione italiana Soleterre, che si occupa di bambini malati di cancro, che ha aperto una raccolta fondi per continuare a fornire assistenza ai piccoli pazienti e alle loro famiglie negli ospedali ucraini. Per le donazioni seguite questo indirizzo. In estrema sintesi:

 

Ti potrebbe interessare